A proposito dell'annuncio di ricerca per ex galeotti e culturisti da parte di una società di recupero crediti ...

L'Unione Nazionale Imprese a tutela del credito (UNIREC) ha richiesto, con lettera formale, opportuni chiarimenti ed iniziative di verifica e iniziative a tutela dell'immagine degli oltre 16.000 professionisti del settore

UNIREC (Unione Nazionale Imprese a tutela del credito aderente a Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici) ha richiesto, con lettera formale, opportuni chiarimenti ed iniziative di verifica al Ministero dell'Interno in ordine all'annuncio di ricerca di recuperatori del credito, apparso recentemente su un noto sito di annunci e poi pubblicato su diverse altre testate giornalistiche.

L'Associazione di categoria delle agenzie di recupero crediti italiane, settore che dà lavoro nel nostro Paese a più di 16.000 addetti, considera le modalità con cui viene descritto l'addetto al recupero crediti inutilmente provocatorie e comunque lesive dell'immagine e della professionalità degli operatori di tutto il comparto.

UNIREC si riserva ogni ulteriore azione a tutela dell'immagine e della professionalità degli addetti che potrebbe essere compromessa da iniziative di questa natura.

L'annuncio - che oltretutto è stato pubblicato da un soggetto che NON è un'azienda di recupero crediti - per le stesse parole utilizzate dall'autore appare come una provocazione.

“UNIREC - dichiara il Presidente Gianni Amprino - da sempre è impegnata nella difesa dei valori e della professionalità degli addetti del settore del recupero crediti. Queste iniziative pubblicitarie, inutilmente provocatorie, possono solo danneggiare l'immagine dei nostri operatori che, in questi tempi di crisi, svolgono invece una importantissima attività di conciliazione, con impegno, pazienza e grande professionalità, consentendo la soluzione bonaria di milioni di pratiche.

Il recuperatore oggi è l'esatto contrario di quello descritto. E sia le imprese che le famiglie italiane, che sono gli utenti finali del nostro servizio, lo sanno bene.”

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Recupero crediti - il codice deontologico degli agenti esattoriali UNIREC
Il presente codice deontologico è valido per il personale iscritto nei registri di qualifica UNIREC con la qualifica/patentino di “agente esattoriale”. Ai fini del presente Codice Deontologico, il termine “debitore” identifica le persone con cui l'agente esattoriale viene a contatto, nel corso della sua attività istituzionale (il soggetto titolare del ...
Visite domiciliari - L'agente di recupero crediti può essere costretto ad esibire, su richiesta, copia della licenza rilasciata dalla Questura con l'elenco dei soggetti abilitati
Per svolgere la propria attività, le imprese specializzate nel recupero stragiudiziale dei crediti devono possedere la licenza di cui al testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (TULPS) che è rilasciata dal Questore e vale per tutto il territorio nazionale. In particolare, l'articolo 115 del TULPS (Regio Decreto 773/1931) dispone, ...
Fatture energia elettrica e gas: arrivano i cacciatori di bollette » Eni, Enel, Edison e Sorgenia si affidano a società di recupero crediti
Le società erogatrici di energia non riescono più a riscuotere le somme delle fatture inviate ai consumatori, così, entrano in scena i cacciatori di bollette: scopriamo chi sono. Dall'inizio della crisi, ormai circa 10 anni fa, molte famiglie e aziende italiane sono in difficoltà. Chi ha perso il proprio lavoro, ...
Recupero crediti: ossessionare il debitore » Purtroppo la pratica più usata
Ossessionare il debitore paga sempre. Risale al 30 novembre del 2005 il provvedimento dell'Autorità per la tutela della privacy che disciplina la Liceità, correttezza e pertinenza nell'attività di recupero crediti ma, a distanza di anni, tali principi non vengono rispettati da tutti gli operatori del settore, come testimoniano anche recenti ...
Cambiali ed assegni post datati - nelle mani delle società di recupero crediti nuocciono gravemente alla salute del debitore!
Sono protestata da quasi un anno e mezzo e non sono riuscita ancora a saldare il mio debito. Dopo lettere intimidatorie da parte delle societa recupero crediti, visite di procuratori ed agenti esattoriali, ufficiali giudiziari, sono ancora col dubbio di quanto possa ancora resistere all'avviso di un pignoramento e quanto ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca