Fermo amministrativo su auto senza la quale non posso lavorare - a chi rivolgersi?

Ho una posizione debitoria nei confronti di Equitalia e un fermo amministrativo in corso e senza l'auto non posso andare a lavorare.

Causa mancato pagamento di 8 rate mi hanno revocato la rateizzazione.

Il totale debito ammonta a 27 mila euro.

Ho una casa contestata con mia moglie.

Non posso permettermi un parere legale.

Allo sportello Equitalia mi hanno detto che l'unica soluzione al mio problema è pagare tutto e basta.

Detto e premesso tutto ciò, a chi può rivolgersi un cittadino?

Ci sono delle associazioni dei consumatori?

In una precedente domanda a cui è stata data una risposta, non riesco a rispondere alla gentile persona che mi ha risposto. Perché?

Credo ci sia poco da fare nella situazione in cui si trova, purtroppo. Nessuna associazione di consumatori può aiutarla, se il fermo amministrativo è già stato disposto e la rateizzazione revocata.

C'è solo un caso in cui è possibile far annullare il fermo amministrativo: il debitore deve dimostrare che il veicolo è strumento di lavoro (agenti di commercio, ad esempio). Naturalmente, l'eccezione non vale se l'automobile serve per lo spostamento da casa a luogo di lavoro.

Per quanto riguarda l'impossibilità di replicare alle risposte, si tratta di una policy adottata dallo staff.

11 febbraio 2015 · Giorgio Martini

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?