A chi chiedere copia degli attestati di avvenuta corretta notifica di eventuali atti interruttivi della prescrizione?

Venerdì mi sono recato all'agenzia delle entrate per appurare se ci fossero cartelle esattoriali da pagare , approfittando della rottamazione. Ci sono due cartelle di cui una da quasi 1000 euro. Una multa messa a ruolo nel 2008. A chi devo chiedere se ci sono stati atti interruttivi? All'agenzia? O al comune dove è stata commessa l'infrazione? Nel secondo caso premetto che il suddetto comune dista da casa mia 400 km e in caso di causa non potrei sostenere i costi.

Dipende da quale decadenza e prescrizione si vuole eccepire: se lei sospetta che il verbale di multa le sia stato notificato dopo cinque anni dall'infrazione, allora per contestare la prescrizione della sanzione amministrativa deve chiedere la documentazione al Comune che ha elevato la multa. Se, invece, ritiene possibile che la cartella esattoriale relativa al verbale di multa non pagato, sia stata notificata dal concessionario dopo due anni dalla data in cui il ruolo è divenuto esecutivo, ed intende così eccepire la decadenza del diritto di pretendere la somma ingiunta con la cartella esattoriale da parte della Pubblica Amministrazione, allora deve rivolgersi al concessionario (Agenzia Entrate Riscossione).

Di solito, a fronte di fondate eccezioni di prescrizione e decadenza la Pubblica Amministrazione accoglie il ricorso amministrativo in autotutela (in pratica una semplice istanza in cui l'obbligato fornisce le prove dell'errore in cui è incorsa la PA) e non costringe il cittadino a sostenere un ricorso giudiziale. Si tratta di una regola generale, poi, certo, tutto dipende dalla correttezza della controparte.

26 marzo 2018 · Giuseppe Pennuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

prescrizione e decadenza dei debiti e dei crediti

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Omissione contributiva - Gli atti interruttivi della prescrizione si estendono anche alle sanzioni civili
Tutti gli atti interruttivi posti in essere dall'INPS non contengono alcun riferimento specifico alle sanzioni civili: la domanda che ci si pone è se si estendono anche al credito dell'INPS per le sanzioni civili gli effetti degli atti interruttivi posti in essere con riferimento al credito per omissione contributiva. Nella ...
Verbale di multa per violazione al Codice della strada - L'ordinanza ingiunzione notificata ad uno dei coobbligati produce gli effetti interruttivi della prescrizione anche nei confronti dell'altro
In tema di sanzioni amministrative, l'atto interruttivo della prescrizione nei confronti di uno dei coobbligati in solido produce effetti anche nei confronti dei coobbligati. Pertanto, non assume alcuna importanza se il soggetto nei cui confronti è stata interrotta la prescrizione è quello che ha materialmente commesso la violazione o colui ...
Equitalia » Prescritta la cartella esattoriale originata da multa se prima di iscrivere il fermo passano cinque anni senza atti interruttivi
E' da ritenersi prescritta la cartella esattoriale, notificata al trasgressore, se Equitalia non si fa viva per cinque anni, a partire dalla multa, prima di recapitare la notifica di preavviso del fermo amministrativo. O meglio, deve ritenersi prescritto il diritto dell'esattore alla riscossione delle somme portate dalla cartella di pagamento ...
Nel verbale di multa sono sufficienti le sole indicazioni del giorno dell'ora e della località in cui è stata commessa l'infrazione al codice della strada
In tema di sanzioni amministrative per violazioni del codice della strada, il verbale di contestazione della infrazione deve contenere gli estremi dettagliati e precisi della violazione con riguardo al giorno, ora e località, prescrizioni dirette entrambe a garantire l'esercizio del contraddittorio da parte del presunto contravventore, ed a fronte delle ...
Notifica della cartella esattoriale e degli atti di accertamento - uniformità della procedura e nuova relata di notifica
Con un provvedimento del 5 marzo 2013, l'Agenzia delle Entrate ha introdotto nuove modalità per la notifica delle cartelle esattoriali. La modifica della procedura si è resa necessaria dopo la sentenza della Corte Costituzionale del 19 novembre 2012, no 258 con cui veniva dichiarata l'illegittimità costituzionale del terzo comma dell'articolo ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca