Divorzio e nuovo matrimonio - Il divieto temporaneo di nuove nozze

La donna non può contrarre un nuovo matrimonio prima di trecento giorni dal divorzio.

L'articolo 89 del codice civile prevede che la donna non possa contrarre un nuovo matrimonio se non dopo trecento giorni dallo scioglimento, dall'annullamento o dalla cessazione degli effetti civili del precedente matrimonio.

Questo divieto non si applica quando:

  1. il divorzio è stato pronunciato a seguito di separazione giudiziale o separazione consensuale, oppure a seguito di separazione di fatto iniziata almeno 2 anni prima del 18 dicembre 1970;
  2. il matrimonio è stato dichiarato nullo per impotenza, anche soltanto a generare, di uno dei coniugi.

Al di fuori di questi casi, è possibile chiedere al Tribunale l'autorizzazione a sposarsi prima di trecento giorni, qualora:

  • sia inequivocabilmente escluso lo stato di gravidanza;
  • risulti da sentenza passata in giudicato che il marito non ha convissuto con la moglie nei trecento giorni precedenti lo scioglimento, l'annullamento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio.

In ogni caso il divieto cessa dal giorno in cui l'eventuale gravidanza sia terminata.

Il motivo di questo divieto temporaneo di nuove nozze è quello di evitare possibili dubbi sulla paternità della prole.

Per porre una domanda su divorzio e divieto temporaneo di nuove nozze, accedi al forum. Clicca qui.

13 settembre 2010 · Antonella Pedone

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Divorzio - il diritto dell'ex coniuge ad una quota del TFR
Divorzio: il diritto dell'ex coniuge ad una quota del TFR In caso di divorzio, l'ex coniuge ha diritto al 40% del TFR percepito dall'altro dopo la proposizione della domanda di divorzio. L'articolo 12-bis della legge 898/70 stabilisce che il coniuge nei cui confronti sia stata pronunciata sentenza di scioglimento o ...
Accordo di separazione o di divorzio davanti all'ufficiale dello stato civile
In tema di separazione consensuale, richiesta congiunta di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio e modifica delle condizioni di separazione o di divorzio innanzi all'ufficiale dello stato civile la legge ha introdotto il nuovo istituto dell'accordo di separazione o di divorzio davanti all'ufficiale dello stato civile, stabilendone ...
Divorzio e assegno divorzile
L'assegno divorzile è previsto dall'articolo 5 della legge sul divorzio numero 898 del 1970. Il presupposto per applicare l'assegno divorzile ricorre quando un coniuge (o meglio ex coniuge) non ha mezzi adeguati o comunque non può procurarseli per ragioni oggettive. Qualora vi sia questo presupposto, il Tribunale disporrà che il ...
Divorzio » Se ex coniuge convive con un altro niente assegno di mantenimento
Se dopo il divorzio l'ex moglie convive con un altro, non ha più diritto all'assegno di mantenimento. Infatti, la convivenza con un altro uomo rescinde ogni presupposto per la riconoscibilità di un assegno divorzile. E' questo, in breve, l'orientamento proposto dalla Corte di Cassazione con la pronuncia 25845/13. Nuova convivenza ...
Divorzio: ora più semplice » Con la riforma della giustizia davanti al sindaco e senza avvocati
Grazie alla riforma della giustizia la procedura per il divorzio sarà molto più semplice: dall'11 dicembre 2014 sarà possibile farlo anche davanti al Sindaco e senza l'assistenza dell'avvocato. Vi presentiamo tutte le novità introdotte dalla legge sulla semplificazione delle procedure di divorzio e separazione. Tra nove giorni, ovvero dall'11 dicembre ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su divorzio e nuovo matrimonio - il divieto temporaneo di nuove nozze. Clicca qui.

Stai leggendo Divorzio e nuovo matrimonio - Il divieto temporaneo di nuove nozze Autore Antonella Pedone Articolo pubblicato il giorno 13 settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 4 agosto 2017 Classificato nella categoria famiglia monoparentale e di fatto - unioni civili - diritto separazione e divorzio Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca