Divorzio - il diritto dell'ex coniuge ad una quota del TFR

Divorzio: il diritto dell'ex coniuge ad una quota del TFR

In caso di divorzio, l'ex coniuge ha diritto al 40% del TFR percepito dall'altro dopo la proposizione della domanda di divorzio.

L'articolo 12-bis della legge 898/70 stabilisce che il coniuge nei cui confronti sia stata pronunciata sentenza di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio ha diritto, se non passato a nuove nozze e in quanto sia titolare di assegno di mantenimento divorzile, ad una percentuale dell'indennità di fine rapporto (TFR) percepita dall'altro coniuge all'atto della cessazione del rapporto di lavoro, anche se l'indennità viene a maturare dopo la sentenza di divorzio.

Tale percentuale è pari al quaranta per cento dell'indennità totale riferibile agli anni in cui il rapporto di lavoro è coinciso con il matrimonio.

Non può richiedersi la quota di TFR se la corresponsione dell'assegno di mantenimento in sede di divorzio è stata concordata in unica soluzione.

In sintesi l'ex coniuge ha diritto alla quota del tfr se:

  • non è passato a nuove nozze
  • gode dell'assegno di mantenimento

La percentuale  del quaranta per cento va calcolata sull'indennità riferibile agli anni in cui il rapporto di lavoro è coinciso con il matrimonio.

Secondo la giurisprudenza prevalente, si considerano anche gli anni della separazione.

Per calcolare la quota da versare all'ex coniuge, quindi, occorre fare le seguenti operazioni:

  1. dividere il TFR totale per il numero di anni lavorativi;
  2. moltiplicare il risultato ottenuto per il numero di anni in cui il rapporto di lavoro è coinciso con il matrimonio, inclusi  gli anni della separazione legale, fino alla sentenza del divorzio;
  3. calcolare sul valore ottenuto il 40%. L'importo ottenuto sarà la quota da versare all'ex coniuge.

Per porre una domanda sul diritto dell'ex coniuge ad una quota TFR, accedi al forum. Clicca qui.

14 settembre 2010 · Antonella Pedone

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su divorzio - il diritto dell'ex coniuge ad una quota del tfr. Clicca qui.

Stai leggendo Divorzio - il diritto dell'ex coniuge ad una quota del TFR Autore Antonella Pedone Articolo pubblicato il giorno 14 settembre 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 4 agosto 2017 Classificato nella categoria famiglia monoparentale e di fatto - unioni civili - diritto separazione e divorzio Inserito nella sezione lavoro, pensioni, famiglia separazione e divorzio, Isee del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

  • Giuseppe Mannino 15 dicembre 2010 at 16:22

    L’Avv. Pedone trascura un aspetto importantissimo riguardante l’argomento TFR e 40% al coniuge. Se la liquidazione è avvenuta in epoca antecendente alla proposizione della domanda di divorzio nulla è dovuto.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca