Indice del post disservizi postali » delibera agcom e nuova procedura per i reclami

Il 28 febbraio 2013 l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) ha approvato, con la delibera numero 184/13/CONS, il nuovo Regolamento in materia di definizione delle controversie derivanti da reclami nel settore postale. Il nuovo regolamento si applica alle controversie che derivano dai reclami presentati dagli utenti ai fornitori di servizi postali, relativi al mancato rispetto delle disposizioni che regolano la fornitura del servizio postale universale, degli obblighi derivanti dai titoli abilitativi in capo ai fornitori di servizi postali e delle disposizioni relative ai diritti degli utenti previste da atti legislativi, da delibere dell'Autorità, da condizioni contrattuali e da [ ... leggi tutto » ]

Gli utenti che intendono rappresentare un disservizio o segnalare la presunta violazione di un loro diritto, devono inoltrare preventivamente un reclamo al fornitore del servizio postale che, entro e non oltre 45 giorni dalla ricezione dello stesso, è tenuto a comunicare la decisione adottata. I fornitori di servizi postali devono adottare procedure trasparenti, semplici e poco onerose per la gestione dei reclami. Nelle carte dei servizi sono previsti, inoltre, sistemi di rimborsi o compensazione per l’utente vittima di un disservizio. Nel caso in cui l’utente non sia soddisfatto dell'esito del reclamo o non abbia ricevuto risposta entro il termine [ ... leggi tutto » ]

L’istanza di conciliazione va presentata al fornitore di servizi postali. La procedura deve concludersi entro 60 giorni dalla ricezione dell'istanza stessa con la redazione di un verbale. Possono prendervi parte gli utenti come singoli o, se preferiscono, possono farsi assistere da un’associazione di tutela dei consumatori. Solo al termine di tale procedura, nel caso in cui l’esito sia risultato insoddisfacente in tutto [ ... leggi tutto » ]

L’utente insoddisfatto degli esiti della conciliazione ovvero, nel caso di conciliazione parziale, per i punti ancora controversi, può chiedere all'Autorità, anche per il tramite di associazioni nazionali dei consumatori e degli utenti, di definire la controversia derivante dal reclamo. L’utente non si può rivolgere all'Autorità se: non ha presentato l’istanza di conciliazione al fornitore di servizi postali; pur avendo presentato istanza di conciliazione al fornitore di servizi postali non ha partecipato alla relativa procedura; sono decorsi più di 90 giorni dalla data di conclusione della procedura dinanzi al fornitore di servizi postali; abbia già adito l’Autorità giudiziaria o un [ ... leggi tutto » ]

All’utente verrà data comunicazione dell'avvio del procedimento mediante indicazione della data di inizio, dell'oggetto dell'istanza, dell'ufficio presso il quale si può prendere visione degli atti, del nominativo del responsabile del procedimento, del termine di conclusione del procedimento. L’utente e il fornitore del servizio postale possono inviare eventuali osservazioni entro trenta giorni dalla comunicazione di avvio del procedimento e, nel caso in cui risulti necessario ai fini dell'istruzione della controversia, possono essere convocati dal responsabile del procedimento con un preavviso di almeno quindici giorni. All'audizione le parti possono comparire personalmente (o tramite il legale rappresentante nel caso di persone giuridiche) [ ... leggi tutto » ]

Sono diversi gli esiti che può avere un procedimento di definizione di una controversia tra utenti e operatori: archiviazione per rinuncia di una parte alla propria istanza; archiviazione perché all'esito della fase istruttoria la richiesta dell'utente risulta pienamente soddisfatta; archiviazione nei casi in cui l’istanza risulti manifestamente infondata; definizione della controversia con contestuale ordine all'operatore di rimborsare, ove l’istanza dell'utente risulti fondata, le somme risultate non dovute, di pagare le sp [ ... leggi tutto » ]

3 luglio 2013 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Come presentare e gestire un reclamo per disservizi di telefonia
Nell'articolo che segue, vi spieghiamo, nel dettaglio, come correttamente presentare e gestire un reclamo in merito a presunti disservizi di telefonia. Purtroppo, è capitato a tutti di finire nell'odissea di un errore di tariffa, di un interruzione di servizio o peggio di una migrazione di numero che non riesce proprio ...
Procedura di conciliazione per le controversie relative alla fornitura di energia elettrica e gas - Obbligatoria da gennaio 2017
Dal gennaio 2017, dopo il reclamo all'operatore, il tentativo di conciliazione presso il Servizio dell'Autorità per le controversie dei clienti di energia elettrica e gas nei confronti delle imprese - che saranno obbligate a prendervi parte - diventa il principale luogo di risoluzione delle problematiche tra le parti. In caso ...
Gas e luce - Dopo il reclamo e la conciliazione il cliente può chiedere che l'Autorità si pronunci sul contenzioso
Dal primo gennaio 2018 per risolvere un problema con il proprio fornitore di energia elettrica o gas, che non sia già stato risolto con il reclamo all'operatore e con la successiva conciliazione, si avrà a disposizione un'ulteriore possibilità: su richiesta del cliente sarà l'Autorità a decidere la controversia. In particolare, ...
Indennizzi minimi per ritardi e disservizi delle compagnie telefoniche
Ho letto da qualche parte che l'AGCOM ha fissato gli indennizzi minimi previsti per eventuali ritardi e disservizi da parte delle "famigerate" compagnie telefoniche. Vorrei sapere, quali sono gli indennizzi previsti dall'Autorità per la definizione delle controversie fra utenti e operatori? L'Autorità può decidere anche sull'eventuale diritto dell'utente ad essere ...
Cartelle esattoriali di Equitalia - arriva la mediazione obbligatoria con il ricorso in commissione tributaria
Dal primo gennaio 2016, è diventata obbligatoria la mediazione tributaria in materia di controversie riguardanti le cartelle esattoriali di Equitalia per vizi propri, il fermo amministrativo di beni mobili registrati, le iscrizioni di ipoteche sugli immobili; beninteso, quando siano in gioco debiti iscritti a ruolo di natura tributaria. Il procedimento ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post disservizi postali » delibera agcom e nuova procedura per i reclami. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Disservizi postali » Delibera Agcom e nuova procedura per i reclami Autore Giovanni Napoletano Articolo pubblicato il giorno 3 luglio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 10 marzo 2018 Classificato nella categoria tutela consumatori - servizi postali Inserito nella sezione tutela consumatori.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca