Condominio – Diritto di utilizzo esclusivo


Il diritto di utilizzo esclusivo si riferisce alle parti comuni: cortili, vani o impianti. Ciò comporta che altri condomini sono esclusi dall’utilizzo di queste parti comuni. In ogni caso nessun diritto esclusivo d’utilizzo può essere introdotto con voto a maggioranza. Occorre l’unanimità !

Il trasferimento di una diritto di utilizzo esclusivo di norma non può essere trasferito a terzi, per es. il diritto di usufruire di un certo parcheggio può essere ceduto solo a un altro condomino.

Modifiche edili alle parti comuni cedute per utilizzo esclusivo devono essere approvate da tutti i condomini.

I lavori di manutenzione e riparazioni della parti comuni cedute per l’utilizzo esclusivo sono di norma a spese del condominio, salvo convenzione diversa.

2 Luglio 2008 · Antonio Scognamiglio



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su condominio – diritto di utilizzo esclusivo. Clicca qui.

Stai leggendo Condominio – Diritto di utilizzo esclusivo Autore Antonio Scognamiglio Articolo pubblicato il giorno 2 Luglio 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria il condominio

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)