Indice del post diritti reali immobiliari - uso abitazione e usufrutto: pignorabilità

Nell'articolo che segue, forniremo un'ampia panoramica su tutto ciò che concerne i diritti reali immobiliari: dai comuni diritti d'abitazione ed uso fino all'usufrutto. Come noto, i diritti reali immobiliari si caratterizzano per il loro rapporto diretto, non mediato, con la cosa che ne forma oggetto. Dunque, i diritti reali immobiliari si caratterizzano sempre anche e soprattutto per la loro coesistenza con il diritto di proprietà, che vanno a limitare, a comprimere più o meno ampiamente. I diritti di usufrutto, uso e abitazione sono diritti reali che attribuiscono al loro titolare, a seconda del contenuto del diritto, la facoltà di [ ... leggi tutto » ]

Il diritto d’uso è un diritto immobiliare reale temporale, la cui disciplina si avvicina molto a quella dell’usufrutto, tranne per alcune differenze sostanziali: vediamo quali sono. Innanzitutto, è bene chiarire in questo ambito: l’usuario può godere di una cosa altrui, raccogliendone i frutti nel limite dei suoi bisogni e di quelli della sua famiglia; il diritto d’uso non può essere ceduto né dato in locazione Dunque, nel dettaglio, il diritto d’uso si caratterizza per il fatto che il suo titolare può servirsi della cosa che ne è oggetto e può anche raccoglierne gli eventuali frutti, ma con il limite [ ... leggi tutto » ]

Il diritto di usufrutto, disciplinato dal codice civile agli articoli 978 e seguenti, è il diritto reale che consente di utilizzare una cosa altrui e di trarne i frutti, col vincolo del rispetto della destinazione economica della cosa oggetto del diritto. In questo ambito, il soggetto proprietario del bene concesso in usufrutto viene definito nudo proprietario: viene spogliato dei poteri di godere e utilizzare la cosa oggetto di usufrutto, ma conserva la capacità di disporre della stessa, pertanto può ad esempio venderla, fermo restando che la stessa resta gravata dall'usufrutto fino alla scadenza del medesimo. È per sua natura [ ... leggi tutto » ]

Il diritto di abitazione, disciplinato dall'articolo 1022 codice civile, consiste nella facoltà di un soggetto di abitare un immobile altrui nel limite dei suoi bisogni e di quelli della sua famiglia. È di tutta evidenza che il diritto di abitazione appare ancora più limitato rispetto all'uso, poiché può riguardare esclusivamente la casa di abitazione: ne deriva, pertanto, che il soggetto titolare del diritto stesso non può che essere una persona fisica. Quanto al concetto dei bisogni, è evidente che anche in tal caso si debba optare per una interpretazione estensiva (ogni necessità sia materiale che non), da valutare, in [ ... leggi tutto » ]

I diritti reali immobiliari, quali uso, abitazione ed usufrutto, sono pignorabili? Vediamo se, come e quando nel prosieguo del paragrafo. Per cominciare, va detto che l’usufrutto è un diritto pignorabile e, quindi, aggredibile dai creditori del proprio titolare nonostante la nuda proprietà appartenga a un soggetto estraneo al debito. Infatti, possono essere oggetto di pignoramento tutti i diritti reali immobiliari che sono alienabili. In ogni caso, permane la temporaneità del diritto, che, in caso di usufrutto vitalizio, coincide comunque con la vita dell’originario titolare sottoposto a procedura esecutiva e non del nuovo titolare, che quindi potrà veder estinto il [ ... leggi tutto » ]

Tutto ciò che un debitore deve conoscere sulla reale possibilità del pignoramento del diritto di usufrutto: facciamo un po' di chiarezza. Come accennato, l'usufrutto è un diritto, quantificabile in valore e come tale pignorabile in caso di insolvenza debitoria. Il calcolo avviene sulla base del valore catastale dell'immobile e su tabelle attuariali. Se parliamo di usufrutto vitalizio, il suo valore si calcola applicando un determinato coefficiente (relativo all'età dell'usufruttuario) - che tiene anche conto del saggio legale d'interesse - al valore catastale aggiornato della piena proprietà del bene. Ad esempio dato 200.000 Euro il valore della piena proprietà e [ ... leggi tutto » ]

Affrontiamo ora la tematica del pignoramento e l'espropriazione nell'ambito del diritto immobiliare di abitazione. Come accennato precedentemente, il diritto di abitazione può essere conseguito: mortis causa (ex articolo 540 del codice civile) dal coniuge superstite; con provvedimento di assegnazione della casa coniugale, nelle situazioni di crisi del rapporto coniugale; per contratto, soggetto a trascrizione (ex articolo 2643, comma primo numero 4, del codice civile). Pignoramento ed espropriazione dell'immobile gravato da diritto di abitazione acquisito dopo iscrizione di ipoteca La soluzione delle diverse questioni che riguardano, in particolare, le modalità espropriative del bene gravato da diritto di abitazione e la [ ... leggi tutto » ]

9 novembre 2015 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post diritti reali immobiliari - uso abitazione e usufrutto: pignorabilità. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Diritti reali immobiliari - Uso abitazione e usufrutto: pignorabilità Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 9 novembre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria pignoramento ed espropriazione di beni su cui gravano diritti immobiliari Inserito nella sezione pignoramento del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.




Cerca