Dichiarazione redditi » Detrazione per gli acquisti in farmacia

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!



Dichiarazione redditi 2014: vi spieghiamo come funzionano le agevolazioni riguardanti gli acquisti di prodotti farmaceutici. Ecco, dunque, come effettuare la detrazione delle spese mediche con il modello 730 riferito ai redditi e alle spese dell’anno 2013.

Innanzitutto è bene sapere che le spese mediche danno diritto ad una detrazione del 19% calcolata sul loro ammontare complessivo.

La detrazione spetta sulla somma delle spese eccedenti la franchigia di € 129,11.

In caso di spese mediche superiori a € 15.493,71 annui è data la possibilità di suddividere la detrazione in quattro quote annuali di pari importo.

Il destinatario dell’agevolazione è il contribuente che le ha effettivamente sostenute per se stesso o per le persone che risultano fiscalmente a suo carico.

Non possono essere considerate, ai fini della detrazione, le spese sanitarie che sono state rimborsate quali quelle risarcite dal danneggiante o le spese per prestazioni sanitarie a fronte di contributi per assistenza sanitaria versati dal datore di lavoro o ente pensionistico che non hanno contribuito, fino all’importo di € 3.615,20 a formare reddito imponibile di lavoro dipendente.

Sono, invece, detraibili le spese sanitarie rimborsate sulla base di premi di assicurazioni sanitarie per i quali non spetta la detrazione del 19%.

Per le spese sanitarie relative all’acquisto di medicinali, la detrazione spetta se la spesa è certificata da fattura o scontrino fiscale ( “scontrino parlante”) in cui devono essere specificati la natura e la quantità dei prodotti acquistati, il codice alfanumerico (identificativo della qualità del farmaco) posto sulla confezione del medicinale ed il codice fiscale del destinatario.

Per facilitare il rilascio di tale scontrino, è opportuno consegnare al farmacista la propria tessera sanitaria, in modo che quest’ultimo possa utilizzarla per ricavarne il codice fiscale.

In assenza di tessera sanitaria, è anche possibile comunicare verbalmente il proprio codice fiscale, prima che il farmacista batta lo scontrino.

Tra i medicinali detraibili rientrano anche i farmaci omeopatici e fitoterapici, se approvati dall’Aifa (Agenzia italiana del Farmaco), e i dispositivi medici nonché le protesi che rientrano nel nomenclatore tariffario di cui al Decreto Ministeriale 332/1999 (tipo occhiali da vista, lenti a contatto, apparecchi per aerosol, apparecchi per la pressione, calzature), purché l’acquisto sia accompagnato da prescrizione medica (ovvero, nei casi previsti, autocertificazione), scontrino parlante o fattura.

Per più completa informazione, comunque, vi forniamo un elenco dei dispositivi medici acquistabili in farmacia, il cui costo è detraibile in ambito della dichiarazione dei redditi:

28 Marzo 2014 · Gennaro Andele



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su dichiarazione redditi » detrazione per gli acquisti in farmacia. Clicca qui.

Stai leggendo Dichiarazione redditi » Detrazione per gli acquisti in farmacia Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 28 Marzo 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 2 Agosto 2017 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi Inserito nella sezione fisco, tributi e contributi

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)





Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!