Indice del post dichiarazione dei redditi – comunicazioni di irregolarità

Il sistema delle comunicazioni di irregolarità nella dichiarazione dei redditi, riscontrate a seguito di verifiche e controlli, rappresenta un notevole passo avanti dal punto di vista della trasparenza e dello sviluppo del dialogo tra fisco e contribuente. E' stato introdotto nel 2000 con lo scopo di informare il contribuente degli errori riscontrati, offrendogli la possibilità di sanare le irregolarità evidenziate con il pagamento di una sanzione ridotta. Solo se il contribuente non risponde alla comunicazione oppure se l’ufficio, dopo aver ascoltato le sue ragioni, conferma l’addebito e il contribuente non paga quanto richiesto, si avvia la procedura di riscossione. [ ... leggi tutto » ]

La principale funzione delle comunicazioni di irregolarità è quella di rendere noti i risultati dei controlli, consentendo al contribuente di sanare in via bonaria eventuali incongruenze, e di evitare l’emissione delle cartelle e il relativo contenzioso. Le comunicazioni di irregolarità possono derivare da un primo tipo di controllo cosiddetto automatico (effettuato ai sensi degli articoli 36-bis del DPR numero 600 del 1973 sulle dichiarazioni dei redditi e 54-bis del DPR numero 633 del 1972 sulle dichiarazioni Iva): l’Agenzia delle Entrate, una volta ricevuti i dati relativi alla dichiarazione, provvede a controllarli sulla base dei dati in possesso dell'Anagrafe tributaria [ ... leggi tutto » ]

5 dicembre 2012 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Dichiarazione dei redditi - attività di controllo
L'attività di controllo sulle dichiarazioni dei redditi dei contribuenti è finalizzata alla verifica dei dati indicati dagli stessi nelle dichiarazioni fiscali presentate. Il controllo sulle dichiarazioni presentate è di due tipi: un controllo automatico effettuato su tutte le dichiarazioni dei redditi presentate che consiste in una procedura automatizzata di liquidazione ...
Comunicazione di irregolarità – cosa fare se è relativa alla dichiarazione dei redditi
Il contribuente che riceve una comunicazione di irregolarità, relativa alla dichiarazione dei redditi, deve anzitutto verificare la fondatezza della pretesa tributaria. Se il contribuente riconosce la validità della contestazione può regolarizzare la propria posizione mediante il pagamento di una sanzione ridotta, oltre all'imposta oggetto della rettifica e ai relativi interessi. ...
Dichiarazione dei redditi – violazioni di natura formale
Quando si parla di violazioni formali rilevate nella dichiarazione dei redditi a seguito di verifiche e controlli effettuati dall'ADE, bisogna distinguere tra le due seguenti fattispecie: violazioni formali che non hanno conseguenze sostanziali e cioè non incidono sulla determinazione della base imponibile, dell'imposta e sul versamento del tributo; violazioni “meramente ...
Errori ed omissioni nella dichiarazione dei redditi - Termini per rimborsi e ravvedimenti
Le dichiarazioni dei redditi, dell'imposta regionale sulle attività produttive e dei sostituti di imposta possono essere integrate dai contribuenti per correggere errori od omissioni (in danno del contribuente) che abbiano determinato l'indicazione di un maggior reddito o, comunque, di un maggior debito d'imposta o di un minor credito, mediante dichiarazione ...
Dichiarazione dei redditi - La comunicazione di irregolarità è un atto impugnabile
Secondo giurisprudenza, è impugnabile un qualsiasi atto tributario che porti a conoscenza del contribuente una ben individuata pretesa, con l'esplicitazione delle concrete ragioni (fattuali e giuridiche) che la sorreggono. Non è dunque necessario attendere, per impugnare l'atto innanzi al giudice tributario, che tale pretesa si vesta della forma di uno ...

Spunti di discussione dal forum

Dichiarazioni dei redditi non presentate – Come rimediare?
La mia situazione è questa: ho una partita iva aperta dal 2012, a seguito di problemi al di fuori dal mio controllo nel 2013 la ditta è entrata in grave crisi. Avendo come unica priorità quella di ripagare tutti i fornitori e dipendenti ho proceduto a saldare questi debiti per…
Domicilio fiscale per notifica comunicazioni agenzia delle entrate
Come fa un residente all'estero a stabilire il domicilio di notifica presso un professionista, anche per gli anni in cui non ha presentato dichiarazione dei redditi in Italia, in quanto non aveva redditi in Italia, ma aveva solo un conto corrente, e delle nude proprietà. Questo in caso di contestazione…
Errori in atto di successione
Nella copia cartacea di una successione venuta in mio possesso riscontro i seguenti tre errori: numero 1 nella pagina 1 manca selezionato come è devoluta l'eredita' "per legge o testamento"; numero 2 sempre nella pagina 1 dopo la firma, la parte riguardante qualità e indirizzo del dichiarante è stata lasciata…
Dopo quanti anni l’agenzia delle entrate può ancora effettuare dei controlli sulle dichiarazioni dei redditi? Quando interviene la prescrizione?
Dopo quanti anni l'agenzia delle entrate può ancora effettuare dei controlli sulle dichiarazioni dei redditi e quando interviene la prescrizione?
Avvisi bonari e Controlli formali della dichiarazione dei redditi
In caso di mancato avviso di accertamento e di avviso bonario a seguito di controllo formale (articolo 36 ter) è possibile considerare la cartella nulla? Cosa fare in tali casi?

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post dichiarazione dei redditi – comunicazioni di irregolarità. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Dichiarazione dei redditi – comunicazioni di irregolarità Autore Giorgio Valli Articolo pubblicato il giorno 5 dicembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 2 ottobre 2017 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi Inserito nella sezione fisco, tributi e contributi.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca

Domande?