Presentazione della dichiarazione dei redditi al sostituto d'imposta

Chi presenta la dichiarazione al proprio sostituto d'imposta deve consegnare:

  •  il Mod. 730 già compilato. Il contribuente in questo caso non deve esibire la documentazione tributaria relativa alla dichiarazione;
  •  il Mod. 730-1, in busta chiusa; il modello riporta la scelta per destinare l'8 per mille e il 5 per mille dell'IRPEF. Può anche essere utilizzata una normale busta di corrispondenza indicando "Scelta per la destinazione dell'otto e del cinque per mille dell'IRPEF ", il cognome, il nome e il codice fiscale del dichiarante. Il contribuente deve consegnare la scheda anche se non esprime nessuna scelta, indicando il codice fiscale e i dati anagrafici. Se presenta la dichiarazione in forma congiunta, il contribuente deve inserire le schede per destinare l'otto per mille e il cinque per mille in un'unica busta sulla quale vanno riportati i dati del dichiarante.
condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su presentazione della dichiarazione dei redditi al sostituto d'imposta. Clicca qui.

Stai leggendo Presentazione della dichiarazione dei redditi al sostituto d'imposta Autore Giorgio Valli Articolo pubblicato il giorno 28 febbraio 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 2 agosto 2017 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi Inserito nella sezione fisco, tributi e contributi del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

  • Annapaola Ferri 30 aprile 2012 at 11:30

    Dopo lo scudo fiscale, anche la presentazione del modello 730 per la denuncia dei redditi viene rinviata.

    Lo ha comunicato ieri l’ Agenzia delle Entrate, annunciando il varo del relativo decreto del presidente del Consiglio dei ministri. Chi presenta il modello 730 per dichiarare i redditi 2011, avrà tempo non più fino al 30 aprile bensì fino al prossimo 16 maggio, se lo consegna al sostituto d’ imposta (il datore di lavoro). Avrà tempo invece fino al 20 giugno, se lo presenta a un Caf (Centro di assistenza fiscale) o a un professionista, rispetto alla scadenza del 31 maggio inizialmente prevista. Inoltre, con il nuovo provvedimento si prevede la proroga anche dei termini per inviare la denuncia dell’ imposta sulle assicurazioni dovuta sui premi e sugli accessori incassati nel periodo d’ imposta precedente, che slitta dal 31 maggio al 2 luglio. Riepilogando lo scadenzario, i termini successivi sono questi: entro il 15 giugno i sostituti d’ imposta devono consegnare al contribuente la copia della dichiarazione elaborata e il relativo prospetto di liquidazione, mentre i Caf o i professionisti abilitati hanno tempo fino al 2 luglio.

    Per comunicare, invece, il risultato finale delle dichiarazioni ed effettuare la trasmissione telematica all’ Agenzia delle Entrate delle dichiarazioni presentate, i Caf e i professionisti abilitati hanno tempo fino al 12 luglio. Lo slittamento, come si è detto, è ormai una prassi consolidata. Anche l’ anno scorso le date dei rinvii sono state le stesse.

  • alessandra 2 maggio 2010 at 20:32

    mi sono accorta di un errore sul 730 dell’anno scorso, che mi comportava un maggiore rimborso irpef, come devo fare per poter recuperare il mio credito?

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca