Denaro contraffatto » Ecco come riconoscerlo

Come riconoscere il denaro contraffatto, che sia in moneta, oppure in contanti?

Di denaro contraffatto si parla poco ultimamente, eppure si tratta, in Italia, di un fenomeno più diffuso di quanto non si possa pensare.

Gli ultimi rapporti dell'Ufficio Centrale Antifrode dei Mezzi di Pagamento del Dipartimento del Tesoro, segnalano, nel nostro paese, un aumento dei casi di falsificazione nell'anno 2013, che si sono tradotti nel ritiro dalla circolazione o nel sequestro di più di un milione di pezzi, tra banconote e monete di metallo.
Le banconote più falsificate sono quelle da 20 euro, seguite dal taglio da 50 euro. Per quanto riguarda le monete, invece, sono quelle da due euro le più imitate.

Ma come fare per riconoscere il denaro contraffatto?

A parere degli esperti nel settore, sono quattro le operazioni di base per la sicurezza, ovvero:

  • toccare
  • guardare
  • muovere
  • controllare

E' buona norma, infatti, verificare tutte le caratteristiche che garantiscono la sicurezza, eventualmente confrontando con una banconota certamente autentica.

Quali sono i dettagli più comuni del denaro vero? Per quanto riguarda le banconote la carta è spessa, perchè le banconote sono realizzate con una carta che gli conferisce rigidità ed una certa opacità, elementi in rilievo, filigrana e il filo di sicurezza che si vede in controluce. Ad ulteriore conferma è possibile controllare nome della valuta, firma del presidente della Banca Centrale, colore cangiante, microscrittura, perforazioni e disegni.

Per quanto riguarda le monete, è possibile verificare peso, stampa, materiale, eventuali cerchi concentrici nel metallo ed in colore: in molti casi, una moneta falsa si riconosce anche semplicemente al tatto.

Qualora voleste avere una maggiore certezza dell'autenticità o della falsità delle vostre banconote, potete trovare in commercio i cosiddetti rilevatori di banconote, che controllano l'originalità attraverso l'uso di quattro tipi di luci diverse.

Qualora vi trovaste dinnanzi ad una banconota falsa o sospetta, comunque,il consiglio è quello di fare esaminare la banconota dagli addetti agli sportelli delle banche, degli uffici postali o delle filiali della Banca d'Italia.

Nel caso venisse accertata la non autenticità, le forze dell'ordine hanno l'obbligo di ritirare il taglio dalla circolazione ed inviarlo alla sede centrale della Banca d'Italia, per sottoporlo a perizia.

9 giugno 2014 · Chiara Nicolai

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Falsi monetari: come difendersi - il vademecum della GdF
Toccare, guardare e muovere: possono riassumersi così le raccomandazioni che gli investigatori delle Fiamme gialle danno ai cittadini che chiedono come proteggersi dal denaro falso. La premessa è che la quasi totalità delle contraffazioni sia "riconoscibile con alcuni semplici accorgimenti. In particolare, "raffrontare la banconota con una sicuramente genuina" e ...
Antifalsificazione dell'Euro
Dal 1° gennaio 2002, la Banca centrale europea e le Banche centrali nazionali degli Stati che partecipano all'Unione monetaria immettono in circolazione banconote e monete metalliche denominate in Euro: conseguentemente, le istituzioni comunitarie, nell'ottica di coniugare le convergenze esistenti, nell'ambito del Trattato sull'Unione europea, tra il “primo pilastro” ed il ...
Caratteristiche di sicurezza di banconote e monete
Sette diverse banconote sostituiscono quelle precedentemente in circolazione in ciascuno dei 12 Paesi membri. Le banconote sono identiche per tutti gli Stati membri partecipanti. Il vincitore del concorso grafico per la realizzazione delle banconote in euro è l'artista austriaco Robert Kalina, grafico presso la Banca Nazionale Austriaca. I suoi disegni ...
La frode nei mezzi di pagamento
L'Ufficio centrale antifrode dei mezzi di pagamento (UCAMP) del Dipartimento del Tesoro, ha il compito di effettuare il monitoraggio delle falsificazioni dell'Euro, prevenire le frodi sui mezzi di pagamento e sugli strumenti deputati all'erogazione del credito al consumo, svolgere attività di formazione di carattere specialistico, a livello nazionale ed internazionale, ...
Tracciabilità del denaro » Regole generali sanzioni e casi particolari: il prontuario
Tracciabilità del denaro: cosa si rischia pagando in contanti importi pari o superiori ai tremila euro, eludendo la normativa vigente? Ecco una guida esaustiva: dalle locazioni alle operazioni in banca, dal versamento delle tasse agli acquisti al supermercato, dal bollo auto ai pagamenti dilazionati in più rate. Tracciabilità dei pagamenti: ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su denaro contraffatto » ecco come riconoscerlo. Clicca qui.

Stai leggendo Denaro contraffatto » Ecco come riconoscerlo Autore Chiara Nicolai Articolo pubblicato il giorno 9 giugno 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria tutela consumatori - phishing truffe e frodi informatiche Inserito nella sezione tutela consumatori.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca