Scadenze definizione agevolata (o rottamazione cartelle esattoriali) » Le comunicazioni dell'agenzia delle entrate-riscossione

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Indice dei contenuti dell'articolo


Per quanto riguarda le scadenze relative alla definizione agevolata, o rottamazione delle cartelle esattoriali, vi segnaliamo alcune importanti comunicazioni dell’agenzia delle entrate-riscossione.

Per quanto riguarda le modalità di pagamento della Definizione agevolata, la cosiddetta “rottamazione” delle cartelle e degli avvisi, si potrà pagare presso gli ATM dove è attivo CBILL.

Coloro che hanno aderito alla Definizione agevolata, la cosiddetta “rottamazione”, hanno ricevuto i bollettini delle rate scelte al momento della compilazione del Modulo DA1. Su ogni bollettino sono indicati l’importo, la scadenza del pagamento e il codice RAV.

È possibile pagare i bollettini direttamente agli sportelli bancomat degli istituti di credito che hanno aderito ai servizi di pagamento CBILL del Consorzio CBI (Customer to Business Interaction).

È sufficiente andare presso uno sportello ATM (Automated Teller Machine) della banca che ha aderito.

Qui di seguito le altre modalità di pagamento già attive:

  • la domiciliazione bancaria
  • gli sportelli bancari
  • il proprio internet banking
  • gli uffici postali
  • i tabaccai convenzionati con Banca 5 SpA, tramite i circuiti Sisal e Lottomatica
  • il portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it tramite PagoPa
  • l’App Equiclick tramite PagoPa
  • i 200 sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione.

Per aderire al servizio di addebito diretto su conto corrente, è necessario che la richiesta di attivazione del mandato, nel rispetto delle procedure e degli adempimenti previsti dal Sistema Interbancario, sia presentata, alla banca del titolare del conto, almeno 20 giorni prima della scadenza della rata.

Ad esempio per la scadenza rata del 31 luglio 2017 il servizio andava richiesto entro e non oltre l’11 luglio.

Nel caso il servizio sia stato richiesto oltre tale data, l‘addebito diretto sul conto corrente sarà attivo dalla rata successiva.

In quest’ultimo caso il pagamento della rata in scadenza il 31 luglio 2017 dovrà essere eseguito con una delle altre modalità.

Di seguito la comunicazione integrale dell’agenzia delle entrate-riscossione:

comunicazione ader

24 Luglio 2017 · Gennaro Andele

Indice dei contenuti dell'articolo


Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su scadenze definizione agevolata (o rottamazione cartelle esattoriali) » le comunicazioni dell'agenzia delle entrate-riscossione. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • Simone di Saintjust 13 Ottobre 2017 at 16:33

    Il consiglio dei ministri, nella riunione del 13 ottobre 2017, ha approvato la rottamazione bis, in base alla quale chi non aveva aderito alla prima rottamazione delle cartelle esattoriali o chi era stato escluso per errori formali nell’istanza, potrà aderire alla definizione agevolata bis presentando domanda entro il 15 maggio 2018 sia per i ruoli precedenti sia per quelli ricevuti fino al 30 settembre. Si potrà poi pagare in un’unica rata entro il 31 luglio 2018 o in cinque rate: 31 luglio, 30 settembre, 31 ottobre e 30 novembre 2018 e 18 febbraio 2019.