Ristrutturazioni edilizie: grazie allo sblocca italia sconti fiscali per chi acquista un immobile e lo affitta ad un canone concordato

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento, oppure qui o consultando questa sezione.

Bonus fiscale per chi acquista tra il 2014 e il 2017 un immobile invenduto da una società di costruzioni o da una cooperativa edilizia.

È infatti possibile dedurre il 20% del prezzo di acquisto dal reddito imponibile IRPEF.

Per ottenere l'agevolazione è però necessario locare l'immobile acquistato fissando un canone di locazione concordato, cioè inferiore ai valori di mercato, con cedolare secca per un minimo di otto anni. Il bonus fiscale sarà tanto più incisivo quanto più sarà elevato il prezzo dell'immobile.

Con il decreto sblocca italia bonus se si sconta il canone di affitto Applicare uno sconto al canone pattuito con l'affittuario può dare diritto ad un bonus fiscale: non sono dovute l'imposta di bollo né quella di registro sul nuovo contratto stipulato con un canone di locazione ridotto.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca