Decreto ingiuntivo - Per rateizzare il debito bisognava muoversi dopo le comunicazioni di messa in mora

Un decreto ingiuntivo difficilmente si presente all'improvviso, come un fulmine a ciel sereno. Vi saranno state certamente comunicazioni di messa in mora del creditore e tentativi di giungere ad un accordo stragiudiziale.

In questa fase andava sondata la possibilità di un rimborso rateale.

Adesso c'è poco da fare. Sicuramente l'azione esecutiva più efficace e realistica è quella del pignoramento del quinto dello stipendio del debitore principale.

Una volta escusso il debitore principale, appare difficile giustificare il pignoramento della pensione del garante. Per quanto riguarda la casa del garante poi, se queste sono le cifre, l'azione esecutiva di pignoramento ed espropriazione è improponibile e lei può riprendere i suoi sonni.

8 ottobre 2012 · Ornella De Bellis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca