Decreto ingiuntivo notificato a datore di lavoro

Recupero crediti giudiziale - Le spese per la vendita all'asta dei beni pignorati devo anticiparle io?

Volevo delle spiegazioni al riguardo di un decreto ingiuntivo.

Spiego in breve la situazione.

A seguito di un mancato pagamento dei miei datori di lavoro degli stipendi, mi sono rivolto ad un avvocato e dopo due anni che rinviavano trovavano scuse il mio avvocato ha ottenuto un decreto ingiuntivo per una automobile del concessionario dove lavoravo.

Appena ricevuto il decreto ingiuntivo i miei ex datori di lavoro chiamano il mio avvocato per trovare una soluzione che a quanto sembra non si trova.

Ho chiesto al mio avvocato di procedere con il sequestro e la messa all'asta, ma il mio avvocato mi ha detto che dovrei sostenere delle spese sino alla vendita. E' è possibile una cosa del genere chi paga le spese per il deposito?

Vorrei sapere un po come funziona dalla comunicazione dell ufficiale giudiziario sino alla vendita.

Le spese per la procedura espropriativa sono anticipate dal creditore e recuperate dal ricavato della vendita

Le spese per la procedura espropriativa sono anticipate dal creditore e recuperate, successivamente e qualora vi sia capienza, dal ricavato della vendita.

Per le quanto attiene decreto ingiuntivo e procedure di riscossione coattiva la invito a leggere le specifiche sezioni del blog.

In particolare quella relativa al recupero crediti.

21 novembre 2012 · Marzia Ciunfrini


condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Pignoramento presso la residenza del debitore – se il valore dei beni pignorati non copre il debito
Se i mobili non coprono l'intero debito il pignoramento mobiliare non va a buon fine? Il creditore, tramite decreto ingiuntivo e precetto, può chiedere all'ufficiale giudiziario di eseguire un pignoramento presso la residenza del debitore. Non rileva che il valore dei mobili non copra l'intero debito. Il ricavato del pignoramento ...
Abuso del diritto nel recupero crediti - Quando è possibile frazionare la domanda giudiziale finalizzata ad ottenere il rimborso della pretesa creditoria
Non é consentito al creditore di una determinata somma di denaro, dovuta in forza di un unico rapporto obbligatorio, di frazionare il credito in plurime richieste giudiziali di adempimento, contestuali o scaglionate nel tempo, in quanto tale scissione del contenuto della obbligazione, operata dal creditore per sua esclusiva utilità con ...
Riscossione coattiva dei crediti – Decreto ingiuntivo e precetto
Il decreto ingiuntivo, così come la cartella esattoriale, l'assegno o la cambiale, sono titoli esecutivi. Dopo la notifica del decreto ingiuntivo si hanno a disposizione 40 giorni per impugnarlo. In assenza di opposizione, verrà notificato un precetto con il termine ultimativo di 10 giorni per il pagamento. Decorso tale termine, ...
Il decreto ingiuntivo nel recupero crediti
Il decreto ingiuntivo può essere richiesto da chi sia creditore di una somma liquida di denaro o di beni fungibili, cioè che non siano un "pezzo" unico, anche per motivi affettivi (o che sia creditore di un determinato bene mobile). La richiesta viene rivolta ad un giudice (competente per materia, ...
Recupero crediti e procedure giudiziali – domande e risposte
Per il recupero crediti la legge appronta diverse procedure. 1) Nel caso in cui il credito sia incorporato in un titolo di credito (cambiale, assegno bancario o altri documenti ai quali la legge attribuisce la medesima efficacia), alla scadenza, questi divengono automaticamente esecutivi, ed è possibile procedere subito ad un'azione ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su decreto ingiuntivo notificato a datore di lavoro. Clicca qui.

Stai leggendo Decreto ingiuntivo notificato a datore di lavoro Autore Marzia Ciunfrini Articolo pubblicato il giorno 21 novembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 18 dicembre 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca