Cos'è la decadenza beneficio termine di un mutuo o di un prestito

Con la decadenza del beneficio del termine il piano di ammortamento del mutuo (o del prestito) viene chiuso, come se si trattasse di una estinzione. La penale di decadenza sostituisce quella di estinzione anticipata. Ad essa poi vanno aggiunte le spese e gli interessi di mora per le rate non pagate nei termini previsti. In pratica bisogna restituire capitale residuo, interessi dei pagamenti ritardati o omessi e importo delle penali contrattualmente previste.

La banca può invocare come causa di risoluzione del contratto, per eccepire la decadenza del beneficio del termine, il ritardato pagamento nel caso in cui lo stesso si sia verificato almeno sette volte, anche non consecutive. A tal fine costituisce ritardato pagamento quello effettuato tra il trentesimo e il centottantesimo giorno dalla scadenza della rata.

La DBT (decadenza beneficio del termine) arriva per raccomandata, quelli che ha ricevuto dunque, sono probabilmente dei solleciti di pagamento, con i quali Le viene solo minacciata la decadenza.

I solleciti stragiudiziali proseguiranno a lungo, fintanto che non riuscirà a rientrare del Suo debito.

Sta a Lei fare in modo che detti solleciti rimangano entro i limiti della correttezza, oltre che dell'educazione.

2 novembre 2012 · Lilla De Angelis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca