Indice del post debitore insolvente? » ecco alcune dritte su come recuperare il credito

In caso di debitore insolvente, il creditore potrà procedere al recupero del credito, innanzitutto verificando se il debitore è titolare di conti correnti, di automobili, di crediti da lavoro dipendente o conti in banca. Ecco come agire. Debitore insolvente? » Le informazioni necessarie Prima di intraprendere la decisione di tentare il recupero del credito nei confronti di un debitore, in teoria, nullatenente, è necessario intraprendere alcuni passi. Innanzitutto è opportuno che il creditore, con un'esigua spesa, chieda, ad un’agenzia specializzata in relazioni commerciali, notizie sulla situazione economica e lavorativa del debitore. Ma [ ... leggi tutto » ]

Per prima cosa, con una semplice e non costosa, più o meno 60 euro, richiesta all'Ufficio del Catasto Urbano e dei Terreni, si può verificare se il debitore è proprietario di beni immobili. In caso di esito positivo, è bene procedere con una visura ipocatastale (dai 60 agli 80 euro) presso la competente Conservatoria dei Registri Immobiliari. Qualora il debitore risultasse proprietario di unità immobiliari potrebbe essere conveniente iniziare una procedura esecutiva immobiliare. Per questa prassi i costi sono piuttosto notevoli. Ma ciò costringerebbe il debitore a decidere [ ... leggi tutto » ]

Se il debitore non dovesse risultare intestatario di alcun bene immobile, ci si può muovere verso un'altra direzione. Con una visura al PRA a nome del debitore, è possibile verificare se è intestatario di un’autovettura. Se è così, si può tentare di procedere con un pignoramento mobiliare. L'obiettivo è l’autovettura, con il ritiro, da parte dell'Ufficiale Giudiziario, del libretto e delle chiavi dell'auto. In quel caso è possibile, asportare l’auto, [ ... leggi tutto » ]

In alternativa, qualora il debitore non fosse nemmeno proprietario di automobile, è bene, a quel punto, provare a recuperare il credito con un pignoramento mobiliare presso terzi. Bisognerà rivalersi, però, sulle somme depositate presso Banche o Uffici Postali della zona in cui risiede il debitore, avendo cura di citare quest’ultimo e i terzi davanti al Giudice dell'Esecuzione. Il terzo, debitore del debitore, (ad esempio il datore di lavoro, la banca, l’Inps), dovrà dichiarare se il debitore è titolare di conto corrente e quindi, dovrà trattenere le somme pignorate in favore del creditore che sta procedendo alla riscossione. E' bene [ ... leggi tutto » ]

29 ottobre 2013 · Carla Benvenuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il frazionamento del credito nel processo esecutivo integra un abuso - il creditore procedente paga il proprio avvocato nel giudizio di legittimità chiesto dal debitore
Il creditore può azionare più volte lo stesso titolo esecutivo fino ad ottenere il completo rimborso del credito vantato nei confronti del debitore, comprensivo di interessi e spese sostenute per la riscossione coattiva. Ma, se è vero che l'obiettivo del processo esecutivo resta la soddisfazione del creditore procedente, ciò deve ...
Decreto ingiuntivo » Documenti che valgono come prova scritta valida per ottenerlo
Di norma, qualsiasi creditore può recuperare il proprio credito dal debitore, ottenendo dal Giudice l'emissione di un decreto ingiuntivo. Perchè questo sia possibile, però, il creditore deve fornire una prova scritta. Quali documenti si considerano validi a questo fine? Chiariamo quest'aspetto nel prosieguo dell'articolo. Come accennato, per procedere al recupero ...
Se il debitore è in possesso delle cambiali originali il credito è estinto
Il possesso da parte del debitore del titolo originale del credito (nello specifico tre cambiali) costituisce fonte di una presunzione legale di pagamento, superabile con la prova contraria di cui deve onerarsi il creditore che sia interessato a dimostrare che il pagamento non è avvenuto e che il possesso del ...
Decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo anche se c'è opposizione del debitore
Per ridurre i tempi di recupero dei crediti vengono adottati termini più brevi per la facoltà dei debitori di fare opposizione agli atti dell'esecuzione: il giudice deve disporre la provvisoria esecuzione di un decreto ingiuntivo per le somme non contestate, anche in presenza di una opposizione del debitore. Così stabilisce ...
Recupero crediti - procedure giudiziali
Per il recupero crediti la legge rende praticabili diverse opzioni: Nel caso in cui il credito sia rappresentato da in un titolo  (cambiale, assegno bancario o altri documenti ai quali la legge attribuisce la medesima efficacia), alla scadenza, questi divengono automaticamente esecutivi, ed è possibile procedere subito ad un'azione di ...

Spunti di discussione dal forum

Può il creditore recuperare le somme che il debitore ha trasferito a terzi dal proprio conto corrente?
Domanda riformulata dopo la lettura della precedente risposta al mio quesito: premesso che la revocatoria ordinaria è possibile solo per beni registrati, chiedo quali azioni potrebbe intraprendere il creditore di un privato cittadino che in quanto debitore si è spogliato di tutta la disponibilità dei conti correnti con bonifici effettuati…
Pignoramento mobiliare presso la residenza del debitore » Si può evitare con un affitto/comodato di parte dell’immobile?
Qualora un parente affittasse al debitore, all'interno di un proprio immobile, una stanza concedendo l'uso del bagno, il contratto è opponibile al sequestro per i beni mobili presenti nella parte dell'immobile non locata? Cambia la situazione se anche il proprietario dell'immobile è ivi residente?
Gli uffici addetti al recupero crediti hanno modo di sapere se a un debitore gli è stato pignorato lo stipendio partendo dal suo codice fiscale?
Vorrei chiedervi se i legali delle Società del Recupero crediti o delle Banche, hanno modo di verificare se esiste un pignoramento in corso (nella busta paga) da parte di una banca o Società di recupero crediti, diversa da quella per la quale essi lavorano; il tutto semplicemente dal codice fiscale…
Può il creditore revocare delle donazioni in denaro disposte dal debitore con bonifici dal conto corrente?
Chiedo gentilmente quali azioni potrebbe intraprendere il creditore per individuare, con l'accesso alla anagrafica tributaria e/o con altri strumenti giuridici, non solo l'istituto bancario dove si trova il conto corrente di un privato cittadino che in quanto debitore si è spogliato di tutto ma rilevare anche i trasferimenti di denaro…
Falsa dichiarazione del debitore
Se il debitore dichiara, al momento del pignoramento mobiliare, che i beni sono in un altro stato, mentre dalla visura camerale risultano nella sede presso la quale è stato intentato il pignoramento, cosa si può fare contro di lui?

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post debitore insolvente? » ecco alcune dritte su come recuperare il credito. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Debitore insolvente? » Ecco alcune dritte su come recuperare il credito Autore Carla Benvenuto Articolo pubblicato il giorno 29 ottobre 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria procedure di recupero crediti azioni esecutive ed espropriazione dei beni del debitore Inserito nella sezione recupero crediti.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca