Debito equitalia - prendere le dovute precauzioni

Lei pensi a continuare a lavorare e a confidare nella fortuna di non vedersi sequestrare il veicolo che serve alla sua attività (basta un semplice controllo di routine dei documenti). Comunque, se riesce a dimostrare che il veicolo è indispensabile all'attività lavorativa, può riuscire ad evitare il fermo amministrativo.

Le attrezzature di esercizio, sottoposte ad un eventuale pignoramento, le verranno lasciate in custodia, grazie all'ultimo decreto governativo per la semplificazione fiscale.

Per il resto, basterà continuare ad osservare quelle semplici regole di "sopravvivenza" che lei ha già cominciato a mettere in pratica:

  1. adottare il regime patrimoniale coniugale di separazione dei beni. Meglio una vera e propria separazione legale (per l'accordo da omologare basta un azzeccagarbugli qualsiasi, a cui offrire, per l'incomodo, cappuccino e cornetto al bar del tribunale);
  2. vendere la casa di proprietà prima che Equitalia vi iscriva ipoteca;
  3. abitare in affitto con comodato d'uso di arredi, suppellettili ed elettrodomestici. Tutto registrato ed elenco dei beni in comodato puntualmente dettagliato;
  4. circolare con veicolo rigorosamente intestato ad altri: moglie separata, fratello, amico ecc… ;
  5. mai depositare in conto corrente, bancario o postale: lo stato pignora anche quelli o se ne appropria con la scusa che son dormienti. Ed allora (anche come corrispettivo di lavoro) banconote da 500 euro, avvolte e compattamente sistemate in ovuli di materiale inerte per inserimento rettale. Con il tempo ci si abitua ... /li>

14 gennaio 2013 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca