Indice del post debiti compensati con fatture per forniture di beni e servizi

Secondo quanto previsto dall'articolo 48-bis, DPR 602/1973, i soggetti pubblici, ossia le pubbliche Amministrazioni e società a totale partecipazione pubblica, prima di effettuare un pagamento di importo superiore a euro 10 mila, devono procedere alla verifica di eventuali inadempienze tributarie da parte del soggetto beneficiario del pagamento stesso. Ciò si realizza con l'inoltro, da parte della PA, di apposita richiesta a Equitalia Servizi spa la quale è preposta a controllare che non risulti nessun inadempimento a carico del beneficiario dell'obbligo di versamento, di ammontare complessivo pari almeno a euro 10mila, derivante dalla notifica di una o più cartelle di [ ... leggi tutto » ]

Di seguito una sintesi dell'ambito applicativo dell'articolo 48-bis DPR 602/1973, secondo quanto chiarito dalla Ragioneria Generale dello Stato numero 27 del 23.09.2011. Rapporti nell'ambito della pubblica amministrazione » l’'articolo 48-bis, DPR 602/1973 non trova applicazione per i pagamenti disposti a favore delle Amministrazioni pubbliche ricomprese nell'elenco predisposto annualmente dall'Istat. Crediti impignorabili » non è ammessa la possibilità di sospendere il pagamento sulle erogazioni per le quali una normativa di rango primario escluda la possibilità di procedere al loro pignoramento. Pagamento stipendi » non devono essere soggetti a verifica ex articolo 48-bis i trasferimenti di somme da destinare successivamente al [ ... leggi tutto » ]

Di seguito, in sintesi, la procedura adottata da PA, Agenzia delle entrate ed Equitalia servizi per la compensazione di debiti e crediti. 1. I soggetti pubblici, prima di effettuare il pagamento di un importo superiore a diecimila euro, procedono alla verifica inoltrando apposita richiesta a Equitalia Servizi S.p.A. 2. Equitalia Servizi S.p.A. controlla, avvalendosi del sistema informativo, se risulta un inadempimento a carico del beneficiario e ne dà comunicazione al soggetto pubblico richiedente entro i cinque giorni feriali successivi alla ricezione della richiesta. 3. Se Equitalia Servizi S.p.A. comunica che risulta un inadempimento, il soggetto pubblico non procede al [ ... leggi tutto » ]

La Circolare numero 27/2011 della Ragioneria Generale disciplina, inoltre, la procedura con la quale devono essere gestite eventuali irregolarità da parte della pubblica Amministrazione che ha omesso di effettuare la verifica ex articolo 48-bis, DPR 602/1973, per portare a conoscenza la magistratura di eventuali inadempimenti da parte del creditore. Secondo quanto chiarito, prima di avanzare una segnalazione alla competente Procura Regionale della Corte dei Conti sarà necessario effettuare una verifica "ora per allora" del disposto pagamento. Qualora uno dei soggetti deputati al controllo di regolarità amministrativa e contabile rilevi: l'omissione della verifica ex articolo 48-bis; l'insussistenza di alcuna fattispecie [ ... leggi tutto » ]

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 18 gennaio 2008 - , numero 40 Modalita' di attuazione dell'articolo 48-bis del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, numero 602, recante disposizioni in materia di pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni. IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE Visto l'articolo 48-bis del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, numero 602, recante disposizioni in materia di adempimenti che le amministrazioni pubbliche e le societa' a prevalente partecipazione pubblica effettuano prima di eseguire pagamenti di qualsiasi natura, introdotto dall'articolo 2, comma 9, del decreto-legge 3 ottobre 2006, numero 262, convertito, con [ ... leggi tutto » ]

16 agosto 2013 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Riscossione coattiva della cartella esattoriale a seguito mancato pagamento entro 60 giorni dalla notifica
Se non si paga la cartella entro 60 giorni dalla sua notifica l'agente della riscossione può mettere in atto le procedure esecutive che ritiene più opportune al fine di riscuotere il dovuto. Si va dal fermo amministrativo dell'auto all'iscrizione di ipoteca sulla casa, fino ad arrivare all'espropriazione forzata (pignoramento e ...
Sospensione della riscossione – semplice ed immediata se il creditore concede lo sgravio
In base ad una direttiva emanata da Equitalia  il 6 maggio 2010, qualora il contribuente sia in grado di produrre un provvedimento di sgravio o di sospensione emesso dall'ente creditore in conseguenza della presentazione di un'istanza di autotutela, una sospensione giudiziale oppure una sentenza della magistratura, o anche un pagamento ...
Equitalia » La cartella pazza ora si può bloccare online
Equitalia: la cartella esattoriale non deve essere pagata? Per la sospensione, da ora, basta un clic. La crisi stringe la cinghia di famiglie e imprese. Equitalia, però, cerca almeno di alleviare le fatiche di chi è costretto a combattere gli errori dell'amministrazione fiscale. Per bloccare una cartella esattoriale pazza, come ...
Equitalia » Chi ha pendenze tributarie non riceverà pagamenti dalla pubblica amministrazione per importi superiori a diecimila euro
Compensazione forzata: la Pubblica Amministrazione (PA), in debito per importi superiori a 10 mila euro, prima di pagare, deve interrogare Equitalia. I soggetti pubblici, ovvero le pubbliche Amministrazioni e società a totale partecipazione pubblica, prima di effettuare un pagamento di importo superiore a 10.000 euro, devono procedere alla verifica di ...
Cartella esattoriale – cosa fare quando ne arriva una
Prima di descrivere cosa fare quando arriva una cartella esattoriale, cerchiamo di capire cosa è una cartella esattoriale. Avremo così modo di acquisire ulteriori elementi giuridici e normativi per comprendere meglio cosa fare quando arriva una cartella esattoriale. La cartella esattoriale è il documento che viene notificato al debitore affinchè ...

Spunti di discussione dal forum

Assegno scoperto – Chi beneficia della penale del 10% in caso di pagamento tardivo se traente e beneficiario sono lo stesso soggetto
In qualità di socio prestatore di una nota cooperativa a livello nazionale ho emesso un assegno di 35 mila euro al fine di effettuare un versamento sul mio libretto prestito sociale. Nel momento in cui la banca ha provato ad incassare l’assegno quest’ultimo risultava scoperto in quanto i soldi erano…
Di quanto mi pignoreranno lo stipendio?
Ho un debito con Equitalia dovuto a riscossione tributi in varie cartelle negli anni che si aggira sui 50 mila euro: stamani è arrivata al mio titolare la lettere via mail pec con la richiesta da parte di Equitalia del pignoramento del mio stipendio, che è di circa 500 euro…
Prescrizione Tarsu 2008
Può un comune far pervenire gli avvisi bonari di pagamento (targati equitalia e oltretutto senza timbro postale per evidenziare la data del ricevimento) Tarsu 2008 a Maggio 2014? Premesso che il mancato pagamento di questo avviso comporta l’arrivo della cartella esattoriale; L’articolo 1 comma 163 della legge 27 dicembre 2006,…
Cartella equitalia per debiti inps dovuti e non pagati
Recatomi in equitalia per un estratto di ruoli mi ritrovo una cartella che pensavo era stata sgravata per intero per contributi non dovuti. importo di € 1.120,02 di cui totale tributi €572,38 (cifra errata in quanto il dovuto probabile è di € 344,97) aggio € 26,62 interessi di mora €…
Ho aderito alla rottamazione delle cartelle esattoriali accordata per un importo, poi aumentato – Devo fare ricorso?
Ho aderito alla rottamazione, successivamente accettata con l’invio di email PEC da equitalia. Ho chiesto un prestito che mi è stato concesso per pagare le rate che ammontano circa a 10 mila euro. Oggi, 11 luglio ricevo l'email emaildf.daef.uff08@mef.gov.it ordinaria una missiva dal Ministero delle finanze indirizzato anche al gabinetto…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post debiti compensati con fatture per forniture di beni e servizi. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Debiti compensati con fatture per forniture di beni e servizi Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 16 agosto 2013 Ultima modifica effettuata il giorno 27 settembre 2017 Classificato nella categoria cartelle esattoriali » mini guide Inserito nella sezione cartelle esattoriali - cartelle di pagamento.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca