La sua situazione di debitore è ormai comune a molti

La sua situazione di debitore è ormai comune a molti: d'altra parte, il tentativo di avviare un'attività e trovarsi in mano un pugno di debiti non può essere vissuto come un'esperienza umiliante.

I tempi sono difficili e temo che non abbiamo ancora raggiunto il fondo del tunnel. Il peggio dovrà ancora venire.

La invito a leggere le tante storie riportate nel forum. Storie autentiche, che raccontano di ingiustizia sociale, di assurdi squilibri nella ridistribuzione di risorse, di vessazioni quotidiane e di prepotenze perpetrate da una società ormai in decomposizione.

Non certamente per consolarsi con considerazioni del tipo "mal comune, mezzo gaudio", ma semplicemente per prendere coscienza e consapevolezza che non può essere tutta colpa nostra, che un disagio così diffuso non può essere liquidato come sorte riservata agli "sfigati".

Lei, e concludo con una nota positiva, non rischia nulla se non il fastidio petulante di creditori che reclameranno, peraltro inutilmente, la loro libbra di carne.

8 ottobre 2012 · Loredana Pavolini

Offri il tuo contributo alla visibilità di indebitati.it

Ti chiediamo di contribuire ad accrescere la visibilità di indebitati.it cliccando su una delle icone posizionate qui sotto: per condividere, con un account Facebook, Google+ o Twitter, il contenuto di questa pagina oppure per iscriverti alla newsletter o al feed della comunità. Qualora lo preferissi, puoi seguirci sui social cliccando qui. Un grazie, per la tua attenzione, dallo staff.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca