Debiti di un futuro suocero

Debiti con finanziarie

La mia compagna ha i genitori separati (ma non divorziati).

Il padre vive in una casa di proprietà intestata al 50% e lui e 50% alla madre.

La madre ha a sua volta una casa di proprietà.

Il padre pensionato negli ultimi anni sta contraendo debiti con finanziarie altamente al di sopra delle sue capacità di pagamento e cosi mensilmente dobbiamo contribuire a questa cosa.

Indicativamente la sua pensione è di 1100 euro di cui ne restano circa 850 detratto il 1/5 di un prestito a cui vanno ulteriormente detratti altri 360 euro delle rate mensili rimanenti.Le cifre sono approsimative in quanto, oltretutto, non si degna nemmeno di mostrarci i contratti dei debiti.

Ora visto che la situazione sta pure peggiorando e non volendo rischiare di rimetterci in prima persona (più di quanto non stia già accadendo) come dovremmo procedere? Con peggioramento intendo che ha saltato il pagamento degli ultimi 4 mesi di prestiti e ci siamo dovuti sobbarcare una spesa non indifferente.

Lui ha già accettato di "regalarci" la sua % di casa in modo almeno da tutelarla nel peggiore dei casi, quindi ci rivolgeremo ad un notaio per fare questa operazione. Ma è davvero cosi o possono comunque portarla via non essendo più sua? Inoltre anche questo mese ha saltato il pagamento di una rata che dovremmo nuovamente pagare noi. Per concludere l'opera abbiamo provveduto a saldare (come se non bastasse) lo scoperto sul conto corrente di altre 1600 euro dove a detta dell'operatore ci sono altri problemi ma che per privacy non ci può comunicare essendo il genitore unico intestatario.

Siamo abbastanza preoccupati per questa situazione visto che nemmeno noi navighiamo nell'oro. Se dovesse nuovamente mancare dei pagamenti e quindi le finanziarie dovessero procedere per via legali potrebbero intaccare il patrimonio della mia compagna e di sua madre (case comprese)?

Loro hanno qualche obbligo nei suoi confronti? Sinceramente dopo tutto il nostro impegno e la sua completa mancanza di riconoscenza o di un minimo di impegno vorrei davvero sapere se siamo in qualche modo coinvolgibili nella sua autodistruzione economica.

La moglie e la figlia del debitore non saranno direttamente coinvolte nelle eventuali azioni esecutive

A meno che la moglie separata o la figlia del debitore non abbiano prestato garanzia, esse non saranno direttamente coinvolte nelle eventuali azioni esecutive intraprese dai creditori per i debiti contratti.

La riscossione coattiva per via giudiziale potrebbe comportare il pignoramento del 20% della pensione del debitore e l'iscrizione di ipoteca sulla quota di comproprietà della casa.

Qualora la situazione peggiorasse, non è possibile escludere un tentativo di pignoramento e di successiva espropriazione dell'immobile, anche se la comproprietà con la moglie separata, non debitrice, e l'eventuale difficoltà alla divisione del bene, ne renderebbero problematica l'attuazione.

Quando la massa debitoria dovesse superare il valore commerciale della metà dell'immobile, sarà necessario valutare, al momento, l'opportunità e la convenienza di una rinuncia all'eredità.

La situazione, tuttavia, potrebbe ulteriormente complicarsi nel caso in cui il coniuge superstite risultasse essere proprio il debitore.

14 settembre 2012 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Debiti e responsabilità patrimoniale dei soci sas
In una Sas i soci accomandanti rispondono solo nei limiti della quota conferita (responsabilità limitata), i soci accomandatari, invece, rispondono illimitatamente e solidalmente per i debiti della società. Da quello che riferisce Lei sarebbe una socia accomandante, pertanto, in assenza di eventuali ed ulteriori vincoli o garanzie prestate, al momento ...
Mantenimento » Figlia vive sola? Madre perde assegno e casa familiare
In tema di separazione, nel caso il figlio affidato andasse a vivere da solo, la madre affidataria perderebbe l'ex casa familiare e il mantenimento della ragazza corrisposto dall'ex coniuge obbligato. Questo importante principio è stato stabilito dalla Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 24510/2013, ha stabilito che: L'avvenuta ...
Diritto di abitazione » Alla morte del padre la madre comproprietaria può far cacciare di casa il figlio che non contribuisce alle spese
Diritto di abitazione: morto il padre, la madre comproprietaria può far cacciare di casa la figlia che non contribuisce alle spese. In questi casi scatta, infatti, l'ordine di rilascio dell'immobile: se è intollerabile la convivenza, il diritto del coniuge superstite prevale sul compossesso della figlia che ha già redditi propri. ...
Tutela della Maternità » Anche se moglie è casalinga il coniuge ha diritto ai riposi giornalieri
Tutela della maternità: interessante sentenza del Consiglio di Stato. Viene parificata la posizione della casalinga alla dipendente. I riposi giornalieri spettanti al pubblico dipendente in maternità possono essere usufruiti dal coniuge, sempre pubblico dipendente, la cui moglie è casalinga. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dal Consiglio di Stato con sentenza ...
Accoglibile l'azione revocatoria della vendita della casa del debitore al proprio coniuge
La prova della partecipazione alla frode del terzo, necessaria ai fini dell'accoglimento dell'azione revocatoria ordinaria nel caso in cui l'atto dispositivo sia oneroso e successivo al sorgere del credito, può essere ricavata anche da presunzioni semplici, ivi compresa la sussistenza di un vincolo parentale tra il debitore ed il terzo, ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su debiti di un futuro suocero. Clicca qui.

Stai leggendo Debiti di un futuro suocero Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 14 settembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca