Debiti con lo stato e con fornitori per una sas in fallimento

Debiti con lo stato e con fornitori accumulati

Sono socia di una s.a.s con la mia compagna (accomandatari) e mio suocero (accomandante) aperta da circa 4 anni.

Purtroppo in questi ultimi anni abbiamo accumulato alcuni debiti con fornitori e stato (contributi e iva).

Quello che mi chiedo è nell'impossibilità non poter pagare i debiti c'è la possibilita che i creditori si possano rivalere sui mie genitori anche se io non vivo piu con loro da parecchi anni ma convivo con la mia compagna in un'altra abitazione?

Io non posseggo nulla, c'è la magica possibilita che si possano dimenticare di me?S e la societa dichiara fallimento cambia qualcosa come potre uscire da questa situazione?

I debiti con lo stato non si dimenticano

I suoi genitori, non essendo garanti, nè soci accomandatari della sas, non sono minimamente coinvolti nelle sue vicende debitorie.

Nessuno si dimenticherà magicamente di lei, purtroppo. Di tanto in tanto qualcuno si prenderà la briga di controllare il suo persistente stato di nullatenenza. E, mi sembra anche logico: non si può escludere che lei possa, oggi o domani, diventare milionario tramite una vincita al lotto, ad esempio.

In caso di fallimento della società (ma per poter accedere alla procedura fallimentare occorrono specifici requisiti) è possibile, con il verificarsi di particolari e ben determinate condizioni, ottenere l'esdebitazione.

Giusto per sgombrare il campo da facili illusioni, aggiungo che la procedura per ottenere l'esdebitazione non e una passeggiata ...

24 settembre 2012 · Rosaria Proietti

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Esdebitazione fallimentare - la liberazione dai debiti dell'imprenditore fallito
Va innanzitutto chiarito che un imprenditore, per poter essere considerato "fallibile", deve possedere almeno uno dei seguenti requisiti: aver avuto, nei tre esercizi antecedenti la data di deposito della istanza di fallimento o dall'inizio dell'attività se di durata inferiore, un attivo patrimoniale di ammontare complessivo annuo superiore ad euro trecentomila; ...
Esdebitazione e fallimento del debitore consumatore - pillole del decreto legge sulla liberazione dai debiti
Il debitore consumatore (non professionista) in stato di sovraindebitamento può proporre ai creditori un accordo di ristrutturazione dei debiti e di rimborso dei crediti sulla base di un piano che preveda scadenze e modalità di pagamento ed indichi le modalità per la liquidazione dei beni ancora eventualmente posseduti. E' addirittura ...
Sovraindebitamento – debiti ed esdebitazione
Ricordiamo che un imprenditore, per poter essere considerato non fallibile, deve possedere i seguenti requisiti: aver avuto, nei tre esercizi antecedenti la data di deposito della istanza di fallimento o dall'inizio dell'attività se di durata inferiore, un attivo patrimoniale di ammontare complessivo annuo non superiore ad euro trecentomila; aver realizzato, ...
Insinuazione da parte della Pubblica Amministrazione - Va comunque rispettato il termine annuale dal deposito del decreto di esecutività dello stato passivo
Le domande di ammissione al passivo di un credito, di restituzione o rivendicazione di beni mobili e immobili, depositate in cancelleria oltre il termine di trenta giorni prima dell'udienza fissata per la verifica del passivo e non oltre quello di dodici mesi dal deposito del decreto di esecutività dello stato ...
Recupero del TFR quando il datore di lavoro è fallibile ma non può essere dichiarato il fallimento
La legge prevede il pagamento del TFR da parte dell'INPS qualora il datore di lavoro, non soggetto a fallimento, non adempia, in caso di risoluzione del rapporto di lavoro, a detto pagamento, ma requisito indispensabile è che il lavoratore abbia infruttuosamente esperito l'esecuzione forzata per la realizzazione del credito. Ricordiamo, ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su debiti con lo stato e con fornitori per una sas in fallimento. Clicca qui.

Stai leggendo Debiti con lo stato e con fornitori per una sas in fallimento Autore Rosaria Proietti Articolo pubblicato il giorno 24 settembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria consigli e tutela del debitore - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca