debiti comunione dei beni e ususfrutto

Mi sono sposata con la comunione dei beni, ma il mio marito ha dei problemi con equitalia, possono venire a pignorarmi il mio stipendio?

Poi, un'po di tempo fa mi ha donato una terra, ma si è riservato un usufrutto a vita, equitalia lo ha sequestrato anche se erede risulto io è leggittimo?

Per quanto riguarda la casa siamo in affitto,ma i mobili al l'interno possono sequestrare?

Quale sarebbe la soluzione migliore un divorzio o un accomodato d'uso oppure basta la separazione dei beni?il mio marito è un pensionato,prende 370€ al mese....aiuto!  Grazie

No, il Suo stipendio è inaggredibile per debiti contratti da Suo marito nei confronti dell'erario. Viceversa potrebbero essere pignorati tutti quei beni componenti il patrimonio familiare ricadenti sotto la comunione dei beni.

La donazione effettuata dopo l'accensione dei debiti è suscettibile di revocatoria, come Lei stessa ha avuto modo di constatare.

La mobilia all'interno della casa è pignorabile a meno che non siate in grado di dimostrare la proprietà di terzi. Ad esempio se sul contratto di affitto è specificato che la casa era immobiliata, con l'elenco dei mobili, questi non sono aggredibili.

Per tutelare Sue future proprietà sarà sufficiente che facciate la separazione dei beni.

Per fare una domanda agli esperti vai alforum

Per approfondimenti, accedi allesezioni tematiche del blog

18 aprile 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su debiti comunione dei beni e ususfrutto. Clicca qui.

Stai leggendo debiti comunione dei beni e ususfrutto Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 18 aprile 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria cartelle esattoriali - domande e risposte del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.




Cerca