CTC Consorzio per la Tutela del Credito

Indice dei contenuti dell'articolo


Cattivi pagatori - Cosa sono i Sistemi di Informazioni Creditizie (in breve SIC), che cos’è il CTC

Una serie di domande e risposte utili al lettore per capire cosa è il CTC - Consorzio per la Tutela del Credito. L'articolo fornisce informazioni chiare e concise per capire come interagire con il CTC allo scopo di ottenere la cancellazione dei propri dati di cattivo pagatore.

Vengono anche forniti elementi utili, circa i tempi di permanenza dei dati, per evitare il rigetto dell'istanza di cancellazione. Infine viene reso noto al lettore un elenco di Associazioni di Consumatori che potranno aiutarlo ad esercitare i diritti comunque riconosciuti ai cattivi pagatori.

I SIC, le ex “centrali rischi”, sono banche dati che raccolgono informazioni sui prestiti a persone fisiche e imprese. Queste informazioni provengono dalle banche e dalle società finanziarie.

Il CTCgestisce una banca dati cosiddetta “negativa” che contiene esclusivamente dati riguardanti finanziamenti per cui vi sono, o vi sono stati, ritardi nei pagamenti.

CTC non raccoglie informazioni relative a:

  • protesti;
  • aperture o richieste di finanziamento non seguite dalla concessione del prestito;
  • rifiuti di finanziamento;
  • bollette telefoniche, della luce, etc.

Cattivi pagatori - Chi può conoscere i dati del CTC?

I dati inseriti nel CTC sono protetti e tenuti riservati a norma di legge; per questo motivo possono essere consultati solo dai soggetti legittimati:

  • le banche e le finanziarie che fanno parte del CTC, per valutare l’affidabilità e la puntualità nei pagamenti di chi chiede o ha ottenuto un finanziamento;
  • la persona che vuole sapere se esistono segnalazioni a suo nome. In questo caso, la richiesta può essere effettuata sia al CTC sia alla società finanziaria che abbia effettuato la segnalazione nella banca dati. Ad oggi l’accesso alla banca dati del CTC è gratuito.

Cattivi pagatori - Si può sapere telefonicamente cosa risulta in banca dati?

No, non è possibile, proprio per proteggere i dati di chi chiede di sapere la propria posizione. Per conoscere l’esistenza di segnalazioni nella banca dati CTC, è necessario produrre una richiesta sottoscritta e documentata: in questo modo gli incaricati del CTC possono rispondere per iscritto alla persona interessata.

Cattivi pagatori - Quali sono i tempi di conservazione dei dati in CTC?

  • In caso di ritardi di pagamento poi sanati › 24 mesi dal pagamento di tutto il dovuto (se nel frattempo non ci sono stati ulteriori ritardi);

  • In caso di ritardi di pagamento non sanati › 36 mesi dalla scadenza contrattuale del finanziamento.

Passati i termini indicati, le segnalazioni vengono cancellate automaticamente, senza necessità di richieste da parte della persona interessata.

Cattivi pagatori - Che fare se si vuole far cancellare o correggere la segnalazione in banca dati?

Chi ritiene che i dati inseriti non sono corretti o non aggiornati, deve documentare le proprie ragioni. È possibile seguire due strade:

  • contattare direttamente la banca o la finanziaria che ha effettuato la segnalazione,

oppure

  • contattare CTC che provvederà a inviare al segnalatore la documentazione trasmessa dall'interessato.

Per ottenere la cancellazione, l’interessato deve dimostrare che il trattamento avviene in violazione di legge.
Quando una persona paga tutto il dovuto, non ha il diritto all'immediata cancellazione della segnalazione; tuttavia il pagamento viene annotato tempestivamente.

Cattivi pagatori - Se si revoca il consenso si può essere cancellati?

No, il CTC gestisce esclusivamente segnalazioni cosiddette “negative”, ossia conseguenti a ritardi di pagamento. Riguardo a questo tipo di informazioni la normativa stabilisce che non occorre il consenso dell'interessato. Pertanto, in questi casi, il consenso non è revocabile.

Cattivi pagatori - Se si paga una somma di denaro si può essere cancellati?

Vi sono soggetti che promettono cancellazioni impossibili, dietro pagamento di somme di denaro, senza che siano trascorsi i tempi di conservazione necessari.

La cancellazione non si ottiene pagando una somma, ma si verifica automaticamente una volta trascorsi i tempi stabiliti dalle norme.

Cattivi pagatori - Entro quanto tempo risponde il CTC?

CTC risponde agli interessati:

  • entro 15 giorni dal momento in cui riceve la richiesta;
  • entro 30 giorni se è necessario effettuare ricerche approfondite; in questo caso, entro i primi 15 giorni, il CTC comunica che la risposta completa verrà inviata entro 30 giorni dalla ricezione della richiesta stessa.

Cattivi pagatori - Come farsi aiutare per richiedere la rettifica e/o la cancellazione dei dati?

Per chi preferisse non rivolgersi direttamente a noi, segnaliamo che CTC ha stipulato con alcune Associazioni dei Consumatori dei Protocolli di intesa per agevolare l’esercizio dei diritti degli interessati.

L’assistenza verrà fornita a titolo gratuito, fatti salvi i costi della tessera associativa e di un eventuale contributo spese non superiore a 10 €.

Per fare una domanda agli esperti su CTC - Consorzio per la Tutela del Credito - vai al forum

Per approfondimenti su CTC, accedi alle sezioni tematiche del blog

31 Luglio 2013 · Ornella De Bellis