Crif e richieste contemporanee di finanziamento - indebitati.it

Io risulto un ottimo pagatore, ma due mesi fa ho chiesto un mutuo ma mi è stato respinto,ho richiesto un finanziamento dopo un mese ma per causa del mutuo respinto non mi hanno finanziato. Adesso quanto tempo ci vuole per essere pulito dalla crif?

Commento di giuseppe | Sabato, 16 Agosto 2008

Credo ci sia un equivoco Giuseppe.

Quando si richiede un finanziamento si finisce iscritti per circa 180 gg nella CRIF. Questo per evitare che, come spesso accadeva prima, una stessa persona possa chiedere più finanziamenti contemporaneamente ad istituti diversi.

Dal momento in cui si rinuncia al finanziamento, o questo viene rifiutato, si permane per altri 30 gg nella banca dati (periodo inerziale).

Trascorso tale termine si viene automaticamente cancellati e si è liberi di poter fare istanza per un altro finanziamento.

E’ solo una misura cautelativa per limitare il sovraindebitamento e/o evitare colpi di mano da parte di professionisti del debito. Non c’è nesso fra le due cose.

Dunque tu resti un ottimo pagatore. .

Il secondo finanziamento non ti è stato negato in conseguenza alla mancata concessione del mutuo. Più semplicemente, la seconda richiesta è stata respinta perchè risultava già segnalata alla banca dati CRIF l’elaborazione di una precedente richiesta.

Il soggetto che ti ha rifiutato il secondo finanziamento non conosce l’esito della prima pratica. Sa solo che non può aprirne una nuova fino a quando non risulta chiusa la precedente istruttoria.

Per sincerartene ti consiglio di dare una lettura alla tavola sui “TEMPI MASSIMI DI CONSERVAZIONE DEI DATI” che puoi trovare qui.

Conoscendo come vanno le cose è evidente che i tempi massimi (180+30gg) non vengono quasi mai rispettati e che tutto dipende dalla “solerzia” dei funzionari della prima finanziaria. Puoi, semmai, contattare l’istituto che ti ha negato il mutuo per sollecitare la segnalazione alla CRIF dello status di “iter concluso”.

23 Settembre 2008 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

CRIF EURISC – Centrale Rischi Intermediazione Finanziaria
Fra i SIC privati assume una importanza rilevante la crif (Centrale Rischi Intermediazione Finanziaria), nota anche come EURISC. CRIF La crif gestisce un archivio dati privato (EURISC appunto)  a cui aderiscono le principali banche italiane. La crif è specializzata nella realizzazione e gestione di sistemi di referenziazione del credito, anche noti semplicemente come elenchi dei cattivi pagatori. La banca quando riceve richieste per la concessione di un finanziamento o, di apertura di un conto corrente, prima di deliberarne l'affidamento o l'apertura effettua numerosi controlli. L'istituto di credito, infatti, valuta le informazioni fornite dal richiedente nella documentazione e procede ad integrarle con altre desunte da ...

CRIF EURISC e Centrale Rischi Bankitalia – Differenze fra cattivi pagatori
Nella Centrale Rischi Bankitalia la posizione del cattivo pagatore è inserita solo a sofferenza conclamata, in CRIF i  dati dei cattivi pagatori sono visibili sin dall'inizio della sofferenza. La CRIF inoltre contiene dati concernenti  non solo  la delibera o l'erogazione di un mutuo ma anche la sua sola richiesta. L'appostazione a sofferenza implica una valutazione da parte dell'istituto segnalante della complessiva situazione finanziaria del debitore e non può scaturire automaticamente da un mero ritardo di quest'ultimo nel pagamento del debito. Resta dunque estraneo alla nozione di "sofferenza" l'inadempimento correlato ad una situazione di illiquidità contingente e non strutturale, non accompagnato, cioè, da ...

Furto identità » Come proteggersi da iscrizione in CRIF e Centrali Rischi
Sempre più numerose le truffe che riguardano il furto di identità: in questo articolo vi spieghiamo come salvaguardarsi tecnicamente e giuridicamente da chi apre un finanziamento a vostro nome e poi vi fa trovare segnalati nelle banche dati dei cattivi pagatori, come la crif e la cai. Quotidianamente, purtroppo, agli utenti della rete capita di rispondere a una e-mail che chiede i dati personali o le credenziali di accesso ad un servizio di home banking, cadendo così nella rete di un truffatore si appropria indebitamente dell'identità del malcapitato. Così facendo, questi cyber-criminali, realizzano dei documenti falsi o contraffatti utilizzati, poi, ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su crif e richieste contemporanee di finanziamento - indebitati.it. Clicca qui.

Stai leggendo Crif e richieste contemporanee di finanziamento - indebitati.it Autore Ornella De Bellis Articolo pubblicato il giorno 23 Settembre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria domande e risposte su prestito negato e cattivi pagatori

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • PromotoreMutui 16 Settembre 2008 at 11:37

    Salve, volevo chiederle un informazione …..io risulto un ottimo pagatore ,ma due mesi fà ho chiesto un mutuo ma mi è stato respinto ,ho richiesto un finanziamento dopo un mese ma per causa del mutuo respinto nn mi hanno finanziato …adesso quanto tempo ci vuole per essere pulito dalla crif ? cordiali saluti

    Commento di giuseppe | Sabato, 16 Agosto 2008

    Può essere sufficiente anche portare a chi ti ha negato il finanziamento una “liberatoria” in cui l’istituto di credito che ti ha negato il mutuo in precedenza afferma di non avertelo concesso (così la nuova finanziaria sa di non doverne tenere conto).

    • marco 8 Maggio 2011 at 23:02

      magari, io le liberatorie le ho portate ma se ne sono fregati