Segnalato in Crif per scoperto di conto corrente bancario

Indice dei contenuti dell'articolo


Tempo di permanenza del nominativo in CRIF dopo regolarizzazione pagamento debito

Nel 1997 ho aperto un conto corrente bancario e, avendo perso nel 2004 il lavoro, sono andato a massimo scoperto non riuscendo più a rientrare. Nel febbraio del 2010 dopo interessi vertiginosi la banca mi chiude il conto per sofferenza.

Sempre la banca fa la segnalazione al crif e passa la pratica al recupero crediti "credito ceduto prosoluto". Nel 2011 chiedo una visura al crif dei miei dati,da dove mi risulta la sofferenza del febbraio 2010 e che nel marzo 2010 è stata regolarizzata (dal recupero crediti).Ad aprile del 2012 chiedo un altra visura e mi risulta sempre la sofferenza.

Essendo che devono passare 24 mesi dalla regolarizzazione, e che la banca è stata pagata dal recupero crediti, ed a fare la segnalazione è stata la banca,n on il recupero crediti,allo scadere dei 24 mesi non mi dovevano cancellare??? Se è così cosa posso fare???

N.B: Al C.A.I non risultano segnalazioni,e il recupero crediti da me non è stato liquidato.

Nel suo caso devono trascorrere 36 mesi per poter ottenere la cancellazione CRIF

Devono passarne 36 di mesi, non 24, in caso di pagamento non effettuato,per la cancellazione dal CRIF. Ci troviamo in questa fattispecie perchè la cessione del credito non è assimilabile, per il debitore, ad una regolarizzazione delle pendenze.

24 Ottobre 2012 · Annapaola Ferri



Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza zero voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!