Un commento sulla CRIF e sulle procedure di cancellazione dei dati

Sul sito viene riportato: È però opportuno che sappiate che la cancellazione vi danneggerà perché riguarderà solo i finanziamenti con dati positivi. Infatti la possibilità per banche e società finanziarie di accedere ai vostri dati positivi (cioè quelli relativi ai finanziamenti regolarmente rimborsati) aumenta le possibilità di ottenere un nuovo prestito. Cancellarli è solo controproducente!

Vi suggeriamo pertanto di valutare attentamente quello che vi viene proposto e di verificare di persona i dati censiti sul SIC di CRIF prima di decidere se procedere con una istanza di cancellazione"

in una pagina che ha per titolo "Di chi diffidare", sorprende e mette un po' di ansia.

Se in CRIF non ci sono dati positivi nessuno negherà mai, solo per questo, un prestito. Altrimenti non avrebbero mai corso i "primi finanziamenti".

Certo che, in tal caso (assenza di dati positivi nella banca dati EURISC di CRIF) la società che è chiamata ad erogare il prestito dovrà effettuare una istruttoria più approfondita, evitabile se, invece, avesse trovato dati positivi in CRIF. Ma, ci chiediamo: il servizio di accesso alla banca dati EURISC è offerto gratuitamente da CRIF?

Ci sembra questa una domanda legittima, opportuna e affatto tendenziosa ...

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca