Credito al consumo: un nuovo strumento per evitare i rischi da sovraindebitamento


Da Experian, leader mondiale nei servizi informativi per la prevenzione dei rischi di credito, giunge la risposta ai tanti operatori che chiedono di poter valutare i rischi di credito al consumo con strumenti più efficaci, capaci di rilevare preventivamente anche i rischi da sovraindebitamento. La risposta si chiama CDI (Consumer Debit Index), un indicatore capace di dar conto della rischiosità dei soggetti e di proiettarla al futuro sulla base dell’esposizione debitoria complessiva (finanziamenti personali e al consumo, carte di credito/debito, mutui, ecc.) e della propensione all’indebitamento.

“Si tratta del primo “score” di questo genere in Italia – ha dichiarato Marco Benvenuto (nella foto),Country Manager di Experian Italia – Gli indicatori sino ad oggi utilizzati sono costruiti solo sulla base di dati inerenti alla storia passata del debitore. CDI va oltre, perché utilizza quegli stessi dati anche per profilare la situazione creditizia del soggetto che richiede un finanziamento e stimare il suo comportamento creditizio a breve-medio termine e quindi il rischio reale associato alla concessione di nuovi finanziamenti al consumo.”

Un modello statistico raffinato per prevenire il sovraindebitamento

Alla base del CDI è un modello che, a partire dalle informazioni reperibili nel Credit Bureau di Experian (di riferimento anche in Italia, per le banche e gli operatori del credito al consumo) e con elaborazioni statistiche raffinate, provvede a posizionare chi chiede un nuovo finanziamento all’interno di una graduatoria di 20 classi di rischio correlate ai comportamenti creditizi. Fra questi sono il profilo di indebitamento (insieme dei finanziamenti in essere e loro evoluzione negli ultimi 12, 24 e 36 mesi), l’impegno mensile (per contratti rateali e finanziamenti revolving), il livello di utilizzo del credito (di prodotti revolving con evidenza della percentuale di spesa rispetto al limite), e così via. Il risultato è l’assegnazione di un punteggio (score CDI, corrispondente alla classe di inserimento), che proietta al futuro i rischi da indebitamento sulla base delle propensioni del soggetto.

Per porre una domanda su debiti e sovraindebitamento, clicca qui.

10 Dicembre 2007 · Patrizio Oliva



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Cosa sto leggendo

Stai leggendo Credito al consumo: un nuovo strumento per evitare i rischi da sovraindebitamento Autore Patrizio Oliva Articolo pubblicato il giorno 10 Dicembre 2007 Ultima modifica effettuata il giorno 16 Dicembre 2017 Classificato nella categoria attualità gossip politica

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)