Caso in cui la notifica della cartella esattoriale agli eredi del defunto debitore deve considerarsi nulla

Ciò che è importante sottolineare è che se tale procedura non dovesse essere rispettata la notifica sarà nulla (in tal senso vd. a titolo esemplificativo le sentenze C. Cass. 26124/2007; C. Cass. 12886/2007; C. Cass. 8272/2006) e l'amministrazione non potrà pretendere alcunché sulla base di esso.

Infine, si segnala che la descritta procedura di notifica “agli eredi impersonalmente e collettivamente all'ultimo indirizzo del defunto” potrà essere seguita anche in relazione agli atti notificati nei trenta giorni successivi alla comunicazione degli eredi. È, pertanto, consigliabile che anche per tale periodo gli eredi si premurino di verificare che nulla sia loro notificato presso l'ultimo domicilio del defunto.

di Diego Conte per indebitati.it

Per porre una domanda su cosa fare quando un nostro congiunto ci lascia in eredità debiti e cartelle esattoriali, accedi a questo forum.

Per ulteriori approfondimenti sulle azioni da intraprendere quando Cosa fare quando un nostro congiunto ci lascia in eredità debiti e cartelle esattoriali, consulta questa sezione del blog.

19 agosto 2013 · Diego Conte

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca