Indice del post conversione e riduzione del pignoramento

Conversione del pignoramento - sospensione in seguito a versamento di un importo pari ad un quinto del debito per cui si procede

La conversione del pignoramento può essere vista anche come uno strumento a cui ricorrere, extrema ratio, per sospendere (qualche mese) la procedura di vendita di un immobile all'asta, attraverso il versamento di un importo, pari o superiore ad un quinto del valore del debito per cui il creditore procede. Operazione che può essere perfezionata anche nel corso della prima udienza, quando, appunto, vengono fissate, nel dettaglio, le procedure esecutive e, in pratica, decisa la data ultima per la vendita all'asta dell'immobile. A supporto, il comma terzo dell'articolo 492 del codice di procedura civile Il pignoramento deve anche contenere l'avvertimento [ ... leggi tutto » ]

Conversione del pignoramento - chiedere la rateizzazione del debito solo se si è sicuri di poter adempiere alle obbligazioni assunte con il piano di rientro dal debito

Il comma quarto dell'articolo 495 del codice di procedura civile prevede che Qualora le cose pignorate siano costituite da beni immobili, il giudice con la stessa ordinanza può disporre, se ricorrono giustificati motivi, che il debitore versi con rateizzazioni mensili entro il termine massimo di nove mesi la somma determinata a norma del comma 3, maggiorata degli interessi scalari al tasso convenzionale pattuito ovvero, in difetto, al tasso legale. Dunque è possibile corrispondere l'importo a debito e liberare il bene pignorato, con una rateizzazione di nove mesi, il tempo necesario a mettere al mondo un figlio dopo il concepimento. [ ... leggi tutto » ]

Riduzione del pignoramento - quando il valore dei beni pignorati è superiore all'importo del debito per cui si procede

Attraverso la riduzione del pignoramento viene in aiuto al debitore sottoposto ad esecuzione l'articolo 496 del codice di procedura civile Su istanza del debitore o anche d'ufficio, quando il valore dei beni pignorati è superiore all'importo delle spese e dei crediti di cui all'articolo precedente, il giudice, sentiti il creditore pignorante e i creditori intervenuti, può disporre la riduzione del pignoramento. Spesso il creditore non va troppo per il sottile nell'individuazione dei beni da pignorare, con un approccio che può definirsi del tipo numero del codice civile (ndò cojo, cojo, in gergo dialettale romanesco). In questo modo, tuttavia, si [ ... leggi tutto » ]

1 novembre 2012 · Lilla De Angelis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post conversione e riduzione del pignoramento. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Conversione e riduzione del pignoramento Autore Lilla De Angelis Articolo pubblicato il giorno 1 novembre 2012 Ultima modifica effettuata il giorno 19 settembre 2017 Classificato nella categoria nozioni generali sul pignoramento Inserito nella sezione pignoramento.



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca