Controllo sulle dichiarazioni dei redditi presentate tramite gli intermediari

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!




Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento.

Per le dichiarazioni dei redditi  (compreso il Modello 730) presentate dal 1° gennaio 2006 in via telematica da intermediari abilitati sono state introdotte nuove modalità di comunicazione degli esiti del controllo automatico (articolo 2-bis del decreto legge numero 203 del 2005, convertito in legge numero 248 del 2005).

In particolare, è previsto l’invio di un avviso in via telematica ai professionisti e agli altri soggetti incaricati della trasmissione della dichiarazione dei redditi i quali portano a conoscenza dei contribuenti interessati gli esiti della liquidazione delle dichiarazioni in esso contenuti. In tal caso il termine dei 30 giorni per effettuare il pagamento e fruire della sanzione in misura ridotta a 1/3, inizia a decorrere dal sessantesimo giorno successivo alla trasmissione dell’avviso.

L’obbligo per gli intermediari di comunicare al contribuente l’esito della liquidazione sussiste soltanto se lo stesso sia stato previsto al momento dell’incarico, conferito dal contribuente al professionista, di trasmissione della dichiarazione. Se manca tale previsione o quando la dichiarazione è stata presentata con altre modalità, l’esito della liquidazione deve invece essere comunicato direttamente al contribuente.

Per chiedere che la comunicazione contenente gli esiti della liquidazione della dichiarazione presentata venga inviata, per via telematica, all’intermediario incaricato dal contribuente a trasmettere telematicamente la stessa, occorre barrare un’apposita casella che è stata introdotta nella dichiarazione.

L’intermediario che accetta di ricevere l’avviso telematico destinato al contribuente, deve a sua volta comunicare la sua disponibilità barrando un’apposita casella nel riquadro riservato all’indicazione dei dati contenuti nell’impegno alla presentazione telematica.

Per fare una domanda sul controllo delle dichiarazioni dei redditi presentate tramite intermediari,  sul contenzioso tributario, su fisco e tasse in genere, sulle cartelle esattoriali clicca qui.

5 Dicembre 2007 · Andrea Ricciardi



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su controllo sulle dichiarazioni dei redditi presentate tramite gli intermediari. Clicca qui.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • Salvo 17 Luglio 2010 at 07:39

    Nella busta paga di febbraio, compare l’assegno per moglie e due figli a carico, ma non sono state inserite le detrazioni. Ho chiesto all’ufficio competente il quale riconoscendo l’errore, mi ha riferito che i soldi mancanti (all’incirca duecento euro), li potrò recuperare solo a dicembre. Sarà vero e come potrò accorgermene? Grazie per il cortese riscontro. Saluti

    • cocco bill 17 Luglio 2010 at 07:45

      Verissimo, stia tranquillo. Li recupera a dicembre attraverso la liquidazione che le farà il suo sostituto d’imposta.

  • morena audino 17 Luglio 2010 at 07:35

    ho ricevuto lunedi 01/03/2010 tramite lettera semplice(no raccomandata) un sollecito di pagamento dei tributi iscritti al ruolo da equitalia nomos spa, nella quale mi chiedono un importo pari a euro 250,65 per inail anno 1997 ben 12 anni dopo, della quale io non ho mai ricevuto cartella. Cosa devo fare? dimenticavo la ricevuta di versamento inail del 1997 é grazie a dio ancora in mio possesso.

    • cocco bill 17 Luglio 2010 at 07:45

      Perfetto. Vada all’INAIL e chieda sgravio in autotutela.

  • luigina 17 Luglio 2010 at 06:50

    Ho presentato la DIA per efettuare i lavori di manutenzione straordinaria:cambio portone del garage taglio muri e risanamento fondo con rimessa di nuova pavimentazione rivestimento marciapiede abbattimento di una canna fumaria inutilizzata scavo per interramento cavo ENEL.
    Verranno poi inoltre realizzate due tettoie in legno rivestite con guaina e coppi.
    vorrei sapere se questi lavori rientrano come restauro e soggetti a IVA al 10%

    • cocco bill 17 Luglio 2010 at 07:05

      Si tratta sicuramente di lavori soggetti ad IVA al 10%.

  • roberto 17 Luglio 2010 at 06:21

    Le detrazioni fiscali, per acquisto di apparecchi televisivi, per chi ristruttura un immobile, sono rimaste anche per gli acquisti fatti nel 2010?

  • cocco bill 2 Marzo 2010 at 06:30

    Basta recarsi negli uffici Equitalia territorialmente competenti e chiedere un estratto conto del suo codice fiscale.

  • giorgio 965 1 Marzo 2010 at 13:33

    Buongiorno, vorrei sapere quali sono i termini esatti in qui si estingue l’obbligo di pagamento della cartella esattoriale per le contravvenzioni stradali. Ho una cartella esattoriale per le infrazioni commesse nel 1998 e 1999 ed iscritte al ruolo e notificate nel 2003. la devo pagare?

    grazie in anticipo

    giorgio

  • frasca giovanni 1 Marzo 2010 at 12:48

    ho ricevuto oggi 1/3/10 tramite R.R. da parte della serit Sicilia spa l’intimazione a pagare entro 5 giorni €…….relativo alla cartella notificatomi il 05/07/2005 n………
    chiedo è legittimo dopo quasi 5 anni fare tale richiesta.
    ringrazio per una risposta

    • cocco bill 1 Marzo 2010 at 12:57

      Sì, è legittimo.

  • renato 1 Marzo 2010 at 08:33

    In data 22/02/2010 è stata inviata ad un mio parente con posta ordinaria una busta da Equitalia cerit di Massa contenente la richiesta di pagamento di €. 1.200,00 relativa a tasse di circolazione degli anni 1993, 1994 e 1996. Nella comunicazione precisano che le cartelle sono state notificate rispettivamente in data 26/09/2001 quelle degli anni 1993 e 1994 e in data 4/12/2002 quelle del 1996. Non risulta aver ricevuto gli avvisi di cui sopra e avendo eliminato le ricevute (si conservano di norma 5 anni) come deve comportarsi? Non è che le suddette cartelle sono prescritte?
    Essendo un avviso bonario possono essere ignorate?

    • cocco bill 1 Marzo 2010 at 08:53

      Deve verificare se c’è stata corretta notifica delle cartelle esattoriali esigendo copia delle relate presso gli uffici della sede territoriale Equitalia.

      L’intimazione di pagamento che ha ricevuto non è impugnabile. Se c’è vizio di notifica potrà impugnare i conseguenti provvedimenti di riscossione coattiva.

  • mariane 28 Febbraio 2010 at 23:09

    salve, volevo sappere si posso detrarre il affitto del mio apparttamento, sono lavoratrice dependiente…
    grazie.

    • cocco bill 1 Marzo 2010 at 07:08

      Se l’affitto è registrato c’è una piccola detrazione. Ma non tutto l’affitto.

  • piera 28 Febbraio 2010 at 23:00

    Buonasera, che prassi devo seguire per fare ricorso contro Equitalia a seguito della sentenza che li ha condannati per le ipoteche illegittime? Provvederanno loro automaticamente alla cancellazioneo bisogna fare qualcosa? Si possono richiedere danni?
    Grazie
    Saluti

    • cocco bill 1 Marzo 2010 at 08:49

      E’ ancora presto per poter capire cosa fare.





Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!