Contributi avvocati per il CNF

Il contributo dovuto dagli avvocati ai sensi dell’articolo 14, decreto legislativoLgt. 382/1944, per il funzionamento del Consiglio Nazionale Forense ha natura tributaria e la giurisdizione su di esso appartiene di conseguenza alle Commissioni Tributarie.

Detto contributo, infatti, è caratterizzato dagli aspetti tipici dei prelievi tributari: i) “doverosità della prestazione” e ii) “collegamento della prestazione imposta alla spesa pubblica riferita a un presupposto economicamente rilevante” (C.Cass. sent. numero 1782 del 26 gennaio 2011).

9 Febbraio 2011 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Argomenti correlati: 

Approfondimenti

Obbligo per gli avvocati di fornire al cliente un preventivo in forma scritta sul costo della prestazione
La legge annuale per il mercato e la concorrenza (legge 124/2017), modificando la disciplina dell'ordinamento della professione forense (legge 247/2012) ha introdotto, a partire dal 29 agosto 2017, l'obbligo, per l'avvocato, di comunicare in forma scritta a colui che conferisce l'incarico professionale la prevedibile misura del costo della prestazione, distinguendo fra oneri, spese, anche forfetarie, e compenso professionale. La comunicazione in forma scritta della prevedibile misura dei costi della prestazione a favore del cliente era già prevista dal testo originario della legge, ma subordinatamente ad una richiesta in tal senso. La previsione dell'obbligo di rendere noto al cliente il costo ...

Divorzio: ora più semplice » Con la riforma della giustizia davanti al sindaco e senza avvocati
Grazie alla riforma della giustizia la procedura per il divorzio sarà molto più semplice: dall'11 dicembre 2014 sarà possibile farlo anche davanti al Sindaco e senza l'assistenza dell'avvocato. Vi presentiamo tutte le novità introdotte dalla legge sulla semplificazione delle procedure di divorzio e separazione. Tra nove giorni, ovvero dall'11 dicembre 2014, per divorziare si potrà andare dal Sindaco: sarà possibile evitare le lunghe trafile nei tribunali e anche l'assistenza dell'avvocato sarà facoltativa. Questa è una delle novità, introdotte dalla riforma della giustizia, con l'obiettivo, già accennato, di semplificare le procedure in materia di separazione e divorzio, evitando di dover sovraccaricare ...

Transazione stragiudiziale ed obbligazione solidale per le parti al pagamento delle parcelle degli avvocati intervenuti nell'accordo
Quando un giudizio è definito con transazione, tutte le parti che hanno transatto sono solidalmente obbligate al pagamento degli onorari e al rimborso delle spese di cui gli avvocati ed i procuratori che hanno partecipato al giudizio negli ultimi tre anni fossero tuttora creditori per il giudizio stesso (articolo 68 regio DL 1578/1933). E' evidente che la norma si riferisce ad ogni accordo mediante il quale le parti facciano cessare, senza la pronuncia del giudice, una lite già cominciata: in pratica, affinché possa sussistere l'obbligazione solidale prevista dalla citata norma e il difensore possa richiedere il pagamento degli onorari ed ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su contributi avvocati per il cnf. Clicca qui.

Stai leggendo Contributi avvocati per il CNF Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 9 Febbraio 2011 Ultima modifica effettuata il giorno 19 Giugno 2016 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi tasse tributi contributi - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)