Il diritto di recesso potrà essere esercitato entro 14 giorni

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento, oppure qui o consultando questa sezione.

L'ultima modifica per gli acquisti a distanza che abbiamo volutamente non citato, per approfondirla più accuratamente, è quella che riguarda il tempo entro cui esercitare il diritto di recesso, che passa da 10 a 14 giorni.

Durante questo periodo, il consumatore potrà decidere di recedere dall'acquisto di un bene o un servizio per un contratto già firmato e siglato a distanza o fuori dai locali commerciali.

Il consumatore potrà così recedere senza dover sostenere alcuna spesa e senza dover dare alcuna motivazione alla sua decisione.

I soli costi che il consumatore dovrà sopportare saranno quelli necessari alla consegna dei beni (ma solo nel caso in cui abbia scelto una modalità diversa da quella meno costosa offerta dal venditore) e alla loro restituzione.

19 marzo 2014 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca