Gli acquisti a distanza ed il nuovo diritto di recesso

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento, oppure qui o consultando questa sezione.

Come accennato, le nuove disposizioni partiranno dal 14 giugno 2014 e serviranno a potenziare il diritto di ripensamento del consumatore, ovvero il diritto di recesso.

Ciò, per garantire al consumatore una maggiore informazione prima di sottoscrivere l'acquisto e di prevedere più incisive garanzie sulla consegna del bene acquistato e sui costi.

Più precisamente aumenteranno rispetto al passato le informazioni che il venditore avrà l'obbligo di fornire in maniera chiara e comprensibile prima della conclusione dell'acquisto.

Il venditore, infatti, dovrà dare chiarimenti e informazioni sulle caratteristiche dei beni, sul prezzo totale, sulle modalità di pagamento, sulla garanzia e il consumatore dovrà essere informato sull'esistenza del diritto di recesso essendo istruito sul modo in cui poterlo esercitare.

Inoltre, è stato predisposto un modulo-tipo per rendere più semplice per il consumatore decidere di rinunciare all'acquisto.

Proseguendo, sarà il venditore, e non il corriere, ad essere responsabile dell'integrità del bene fino al momento in cui l'acquirente ne entra in possesso.

In più, se il bene acquistato non viene consegnato entro trenta giorni dalla data concordata, il consumatore può ottenere l'annullamento del contratto e anche il risarcimento dei danni.

Concludendo è bene notare che il consumatore dovrà sempre dare una conferma scritta alle offerte accettate per telefono: per concludere un acquisto, insomma, non basterà più solo il consenso verbale dato per esempio con il telefono.

Tutte le tutele descritte, ricordiamo, si applicheranno solo per gli acquisti che supereranno il valore di 50 euro.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca