Contratti di locazione » Come evitare dispute tra locatore e locatario

Contratti di locazione: vi forniamo una serie di consigli per evitare inutili dispute tra conduttore e locatore.

I contratti di locazione, comunemente chiamati contratti di affitto, sono molto diffusi nel nostro Paese.

Ciò perché, anche se è vero che la maggioranza della popolazione dispone di una casa di proprietà, soprattutto per i giovani accedere ad un contratto di mutuo, e quindi ad una casa propria è sempre più difficile.

Al contrario, chi è proprietario di più di un immobile, utilizza la cosiddetta seconda casa per monetizzare, concedendola, dunque, in affitto.

Ecco alcuni suggerimenti che sia il locatore che il conduttore dovrebbero seguire per vivere in armonia.

Innanzitutto, è bene sapere che il contratto di locazione deve essere sempre redatto in forma scritta.

Se si usa un modulo prestampato, è bene accertarsi che tutte le clausole siano utili per la locazione che si sta stipulando.

Nel contratto bisogna indicare l’effettivo canone corrisposto dal conduttore e rifiutare proposte di versamenti extra di cui potrebbe essere poi richiesta la restituzione.

Inoltre, è buona norma stipulare contratti previsti dalla legge secondo le vere esigenze del conduttore, senza simulare situazioni di falsa transitorietà della locazione o foresterie inesistenti.

Mai dimenticarsi di provvedere alla tempestiva registrazione del contratto nei casi previsti dalla legge. Se l’appartamento locato è ammobiliato, fare sottoscrivere al conduttore l’inventario dettagliato dei mobili consegnati.

Inoltre, richiedere, sempre, il versamento del deposito cauzionale per salvaguardarsi da eventuali danni causati all’immobile dal conduttore o da altre sue inadempienze: i contratti delle utenze devono sempre essere intestati al conduttore.

Come, noto, non devono essere accettati pagamenti in contanti: pertanto, rilasciare sempre la ricevuta dell’importo ricevuto. Infatti, è la proprio la normativa vigente che vieta transazioni non tracciabili per importi superiori a 999,99 euro.

Proseguendo, durante la locazione effettuare è bene sopralluoghi nell’immobile locato, dandone preavviso al conduttore, per controllare che lo stesso esegua la piccola manutenzione posta a suo carico dalla legge.

Sarebbe una buon consiglio anche consentire al conduttore di partecipare alle assemblee condominiali per la discussione degli argomenti su cui ha il diritto di voto.

Una volta concluso il contratto di affitto, poi, ricordarsi di eseguire un sopralluogo nell’immobile con il conduttore (o, comunque, con testimoni) per accertare lo stato manutentivo del bene locato.

Nel caso ci fossero, segnalare subito all’ormai ex conduttore eventuali danni riscontrati nell’immobile prima di fare eseguire le necessarie riparazioni.

31 Luglio 2014 · Armando Brando

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Contratti di locazione » Immobile in condizioni pietose? Locatore deve risarcire il conduttore se ha riscontrato problemi di salute
Contratti di locazione: anche se le anomalie dell'immobile in affitto erano note al conduttore, in caso di problemi alla salute di quest'ultimo, deve esserci il risarcimento danni da parte del locatore. Il locatore è tenuto a risarcire il danno alla salute subito dal conduttore in conseguenza delle condizioni abitative dell'immobile locato quand'anche tali condizioni fossero note al conduttore al momento della conclusione del contratto. Questo perché la tutela del diritto alla salute prevale su qualsiasi patto interpretativo di esclusione o limitazione della responsabilità. Questo l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 19774/14. A parere degli Ermellini, Il locatore di ...

Contratti di locazione » Va risarcito il conduttore per l'affare perso a causa della consegna tardiva dell'immobile affittato
Contratti di locazione: il locatore va risarcito dal conduttore se, a causa del ritardo nella consegna dell'immobile in concessione, ha perso la possibilità di vendere o riaffittare l'appartamento. In tema di locazione di immobili, una volta che l'attore abbia provato l'esistenza di una favorevole occasione di vendere o di locare l'immobile, la valutazione sull'esistenza di un eventuale danno da ritardato rilascio di immobile, va effettuata con valutazione prognostica ex ante, in cui si consideri se, in mancanza del ritardo nella riconsegna, il proprietario avrebbe potuto secondo la regolarità causale concludere l'affare. Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione ...

Contratti di locazione » I costi sostenuti per innovazioni, trasformazioni e migliorie alle strutture e agli impianti gravano sul conduttore
Nell'ambito dei contratti di locazione i costi per innovazioni, trasformazioni e migliorie dell'immobile, nonché degli impianti, vanno sostenute dal conduttore dell'appartamento e non dal locatore. Gli obblighi previsti dagli articoli 1575 e 1576 c.c. non comprendono l'esecuzione di opere di modifica o trasformazione della cosa locata, anche se imposte da disposizioni di legge o dall'autorità, sopravvenute alla consegna, per rendere la cosa stessa idonea all'uso convenuto, né il locatore è tenuto a rimborsare al conduttore le spese sostenute per l'esecuzione di tali opere, salva l'applicazione della normativa in tema di miglioramenti. E' quanto emerge dalla sentenza 24987/14 della Corte di ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su contratti di locazione » come evitare dispute tra locatore e locatario. Clicca qui.

Stai leggendo Contratti di locazione » Come evitare dispute tra locatore e locatario Autore Armando Brando Articolo pubblicato il giorno 31 Luglio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 2 Agosto 2017 Classificato nella categoria contratti di locazione - affitti in nero e sanzioni per il locatore - sfratti e diritto alla casa - morosità incolpevole Inserito nella sezione mutui per acquisto casa e affitti

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)