Tutti I rischi che coprono i contratti di assicurazione contro i danni

Come accennato nel paragrafo precedente, i contratti di assicurazione contro i danni coprono diversi tipi di rischio: dalla malattia, agli infortuni, agli incendi, all'assistenza legale, ed altro.

Se il luogo di ubicazione del rischio è in Italia le leggi che li regolano sono quelle italiane, diversamente valgono le leggi dello Stato estero (dell'UE) ove è ubicato il rischio. Se il rischio è ubicato in uno Stato extra UE si applicano disposizioni particolari.

Possono offrire polizze danni solo le imprese di assicurazione autorizzate dall'IVASS (ex ISVAP) che abbiano per oggetto sociale unicamente il ramo danni o il ramo danni (infortuni e malattia) e il ramo vita a patto che le gestioni siano separate.

L'impresa deve chiedere inoltre un'estensione dell'autorizzazione se intende estendere la propria attività ad altri rami danni diversi da quelli per i quali è già stata autorizzata. Sul sito IVASS si può trovare l'elenco delle imprese, italiane e straniere, abilitate ad esercitare in Italia l'attività di assicurazione nel ramo danni.

Argomenti correlati

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su tutti i rischi che coprono i contratti di assicurazione contro i danni. Clicca qui.

Stai leggendo Tutti I rischi che coprono i contratti di assicurazione contro i danni Autore Eleonora Figliolia Articolo pubblicato il giorno 20 febbraio 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 8 dicembre 2018 Classificato nella categoria risarcimento per danni a persone e cose Inserito nella sezione tutela consumatori.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)
  • bender 22 dicembre 2015 at 17:32

    Salve, la mia compagnia di assicurazione, per la liquidazione del furto del navigatore satellitare, mi richiede obbligatoriamente la fattura del nuovo navigatore da installare. Tale procedura è legittima o, come nel caso dei risarcimenti danni da sinistri stradali la compagnia è tenuta a pagarmi lo stesso (anche senza fattura, ovviamente non corrispondendomi l’iva)?

    • Simone di Saintjust 22 dicembre 2015 at 19:01

      L’assicurazione contro il furto del navigatore satellitare rientra nelle coperture rischi diverse dalla responsabilità civile auto che, come noto, è obbligatoria per legge. Pertanto le procedure per il rimborso dei danni subiti dal contraente sono lasciate alla libera contrattazione fra le parti. In particolare, vanno esaminate le clausole contrattuali che, di solito, dimezzano la franchigia dietro esibizione della fattura di riacquisto del bene assicurato oggetto di furto o in seguito a reinstallazione dello stesso presso centri convenzionati con la compagnia di assicurazione.



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca