Indice del post difesa consumatore nei contratti a distanza di fonia internet e pay tv

Quali sono le norme, a tutela dei consumatori italiani, che regolano il diritto di recesso ed altre tutele, per i contratti a distanza, nell'ambito di contratti di telefonia, internet o pay tv? Vi forniamo una breve rassegna nell'articolo seguente. Come già accennato in diversi interventi precedenti, il decreto legislativo 21/2014, il quale ha recepito la direttiva europea 83/2011 sui contratti a distanza, ha introdotto molte importanti novità soprattutto in caso di vendita telefonica di beni o servizi: dall’ampliamento della durata del diritto di recesso ai tempi stretti per ottenere il rimborso di quanto pagato. Alcune novità introdotte dal decreto [ ... leggi tutto » ]

Nell'intervento che segue vogliamo fornire al lettore una preve panoramica sul diritto di recesso ed altri tipi di tutela per contratti a distanza di telefonia internet e pay tv. Le regole che obbligano i contratti a distanza sono contenute nel Codice del Consumo agli articoli dal 45 al 67 e l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) l'ha integrata con proprie disposizioni che entrano nel merito dei contratti relativi alla fornitura dei beni e servizi di comunicazione elettronica (telefonici, di servizi internet, per tv a pagamento). Tali disposizioni sono state aggiornate a seguito della riforma del Codice del Consumo, [ ... leggi tutto » ]

Prima di sottoscrivere uno o più contratti a distanza, il consumatore/utente deve ricevere obbligatoriamente alcune chiare informazione dal venditore: vediamo quali. Prima di sottoscrivere il contratto all'utente devono essere date tutte le informazioni previste dalla normativa riportate in modo chiaro. In particolare all'utente dev'essere comunicato il termine entro il quale verrà attivato il servizio e l'indennizzo automatico previsto in caso di mancato rispetto dello stesso. Ecco le informazioni obbligatorie (art.70 codice comunicazioni elettroniche): denominazione e sede dell'impresa che fornisce il servizio (gestore); descrizione del servizio fornito, con informazioni sulle eventuali limitazioni o particolarità (accesso ai servizi di emergenza, localizzazione [ ... leggi tutto » ]

Che cosa prevede il codice del consumo in caso di problematiche o controversie riguardanti i contratti a distanza, nell'ambito di telefonia, internet, o pay tv? Breve guida nel paragrafo che segue. Il codice del consumo prevede che in caso di contatto telefonico l'operatore debba, all'inizio della conversazione, rivelare la propria identità e anche quella della persona o società per conto della quale sta chiamando, nonché specificare lo scopo (commerciale) della chiamata. Le informazioni obbligatorie in questo caso vengono date a voce ma comunque il consumatore è vincolato solo dopo la firma dell'offerta, solo quindi dopo che ha accettato l'offerta [ ... leggi tutto » ]

Ai consumatori non può essere imposto, per i contratti inerenti servizi di comunicazioni elettroniche, impegni iniziali in termini di durata superiori a 24 mesi. Una grossa novità attiva dal 2015 (a cui per la precisione i gestori devono adeguarsi entro il 5/12) è che ai consumatori non può essere imposto, per i contratti inerenti servizi di comunicazioni elettroniche, impegni iniziali in termini di durata superiori a 24 mesi. Allo stesso tempo dev'essere data agli utenti la possibilità di aderire ad almeno un contratto che preveda durata massima iniziale di 12 mesi. I termini per la comunicazione della disdetta imposti [ ... leggi tutto » ]

Come devono comportarsi i venditori quando intendono effettuare una modifica delle condizioni nei contratti a distanza nell'ambito di telefonia, internet e pay tv. Le condizioni contrattuali possono subire modifiche solo se previste dalla legge o dal contratto; al di fuori di questi casi le modifiche possono essere fatte solo se a vantaggio esclusivo del cliente. In caso di modifica gli operatori devono preavvisare i clienti dando loro la possibilità di recedere senza penali né costi di disattivazione nel caso non siano d'accordo, entro minimo 30 giorni (il termine può anche essere più lungo). In ogni caso la volontà di [ ... leggi tutto » ]

Vi spieghiamo come deve tutelarsi il consumatore in caso di forniture non richieste per contratti a distanza di telefonia, internet e pay tv. Il codice del consumo, nella versione in vigore dal Giugno 2014, precisa espressamente che il consumatore non è tenuto a pagare forniture non richieste di qualsiasi genere -quindi anche relative a servizi di telecomunicazione- e che la sua mancata risposta a seguito dell'attivazione di una fornitura NON costituisce consenso alla stessa (D.lgs.206/2005 art. 66-quinquies). L'Autorità garante da una parte chiarisce che l'utente dev'essere libero di scegliere consapevolmente il proprio operatore e dall'altra precisa che l'operatore, da [ ... leggi tutto » ]

E nel caso il consumatore si trovi nella situazione di morosità per un contratto a distanza riguardante internet, fonia o pay tv, cosa accade? Scopriamolo qui. In caso di mancato o ritardato pagamento di un singolo servizio, il gestore non puo' sospendere la fornitura degli eventuali altri servizi previsti dal contratto, anche se supplementari. Cio' a meno che l'utente non sia stato debitamente informato e preavvisato dell'interruzione o della cessazione del collegamento. Queste possono avvenire, quindi, solo dopo debito preavviso inviato nei tempi e modi previsti dal contratto. L'utente che ha presentato un reclamo formale in merito all'addebito di [ ... leggi tutto » ]

Vi spieghiamo come funziona la disdetta ed il diritto di recesso dagli obblighi dei contratti a distanza. La disdetta, ovvero la comunicazione di mancato rinnovo di un contratto a scadenza, non deve comportare l'addebito di costi di cessazione ma solo di eventuali commissioni dovute alla scadenza o costi relativi alle apparecchiature fornite dal gestore (telefoni o altro), purché previsti contrattualmente. Non possono essere chiesti pagamenti per prestazioni erogate a decorrere dal termine del contratto, e nel caso che il gestore non riesca ad impedire tecnicamente tali addebiti, occorre il tempestivo storno e/o rimborso degli stessi. In caso invece di [ ... leggi tutto » ]

Come deve muoversi il consumatore per la risoluzione delle controversie nell'ambito dei contratti a distanza di telefonia, internet e pay tv? Facciamo chiarezza. E' ribadita l'obbligatorieta' della conciliazione, per le controversie inerenti beni e servizi di comunicazione elettronica, presso i CORECOM regionali. In tutti i casi e' consigliabile il preventivo invio di una messa in mora per impostare fin da subito la contestazione in modo formale, e poi ricorrere presso il giudice di pace qualora la conciliazione non si concludesse in modo positivo. In sede di controversia la prova della corretta conclusione del contratto, quindi [ ... leggi tutto » ]

Breve rassegna sulle norme che regolano la vigilanza e le sanzioni in caso di una o più scorrettezze nei contratti a distanza. Tutte le segnalazioni riguardo alle violazioni di queste regole, in particolar modo l'attivazione di servizi non richiesti, puo' essere fatta direttamente all'Agcom attraverso il sito ufficiale (clicca qui) . L'Autorità può, a seguito delle segnalazioni, emanare provvedimenti sanzionatori con sanzioni che possono arrivare a 580.000 euro. Anche in questo caso la prova grava sull'operatore, che deve dimostrare di aver ottemperato ai suoi doveri. Vincolo iniziale di massimo due anni per i contratti telefonici dei consumatori e possibilità [ ... leggi tutto » ]

10 dicembre 2015 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Contratti a distanza » Nuove disposizioni per penali e costi di disattivazione
Da giugno 2014 cambieranno molte disposizioni riguardo alla normativa di applicazione sui contratti a distanza. Novità su penali, costi di disattivazione, diritto di recesso e molto altro. Vi aggiorniamo sulle principali novità in materia di contratti a distanza contenute in un decreto del Consiglio dei Ministri e che saranno operative ...
Il diritto di recesso per contratti stipulati a distanza
Per i contratti e per le proposte contrattuali perfezionate a distanza, il consumatore ha diritto di recedere senza alcuna penalità e senza specificarne il motivo, entro il termine di dieci giorni lavorativi. Il diritto di recesso si esercita con l'invio di una comunicazione scritta alla sede del professionista mediante lettera ...
Acquisto tramite internet » Qual è il foro di competenza per intentare una causa?
Circa una settimana fa ho acquistato tramite un sito internet un televisore da 40 pollici. Il prodotto è perfettamente funzionante dal punto di vista tecnico. Purtroppo, però, credo per superficialità durante il trasporto, è vistosamente ammaccato da un lato. Si nota molto ed è brutto esteticamente, il che rovina l'armonia ...
Tutela del consumatore - Contratti per la fornitura di servizi di TLC che si concludono per telefono (Teleselling)
La tutela offerta dal Codice del consumo deve essere assicurata in misura ancor più decisa nel caso di contratti che riguardano la fornitura di servizi di interesse economico generale, come i servizi di comunicazioni elettroniche, per i quali, non a caso, la disciplina di settore, stabilisce precisi obblighi informativi, ulteriori ...
Fonia internet pay tv: panoramica completa » Tutte le disposizioni a favore dei consumatori deliberate dall'Agcom e dal codice del consumo
Nell'articolo che segue vogliamo fornire all'utente/consumatore una panoramica completa su tutte quelle che sono le disposizioni favorevoli, deliberate dall'Agcom e dal codice del consumo, riguardanti i contratti di telefonia, internet a pay tv, a distanza o meno. Come noto, lo sviluppo del sistema delle comunicazioni elettroniche ha raggiunto un elevato ...

Spunti di discussione dal forum

Recesso contratto telefonia con penale
Ho recesso erroneamente un contratro di telefonia con penale spinto da un servizio clienti pressante che mi ha comunicato che a scadenza avrei perso il numero di telefono. Ho fatto la portabilità verso un altro operatore a 7 gg dalla scadenza e mi hanno mandato 245 euro da pagare. Se…
Addebito dei costi di attivazione anche con recesso effettuato entro 14 giorni
A Ottobre 2015 ho sottoscritto un contratto con un operatore per la fornitura del servizio adsl: ho poi esercitato il mio diritto di recesso entro le due settimane dall'attivazione del sevizio in quanto non ritenevo adeguate le prestazioni fornite. Il contratto e' stato correttamente rescisso e non mi e' stato…
Morosità erroneamente attribuita ad ex utente Teletu
Mio padre nel 2009 ha chiesto la cessazione dal servizio di telefonia Teletu, richiesto con raccomandata A/R. Successivamente abbiamo aperto una nuova linea Telefonica con Telecom italia. Sono continuate ad arrivare altre fatture di 50 euro della vecchia linea tele tu quando già mio padre era entrato con la nuova…
Il concetto di proprietà dell’automobile nei vari contratti
Vorrei chiedervi se in Italia oltre al noleggio, al leasing e al patto di riservato dominio, esistono altri contratti che permettono di utilizzare un veicolo rinunciando alla sua proprietà (ho sentito parlare del rent to buy ma non mi è chiaro di chi sia la proprietà in questo caso). Inoltre…
Utente protestato e diniego di sottoscrizione di un contratto di fornitura luce/gas – E’ lecito un tale comportamento?
ENEL rifiuta di fare un contratto di fornitura luce/gas perché l'utente ha un blocco sul suo codice fiscale, in conseguenza di un protesto. L'utente in questione ha preso in affitto un appartamento e deve fare un subentro. Purtroppo con l'arrivo dell'inverno le cose si complicano. Al momento vive con una…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post difesa consumatore nei contratti a distanza di fonia internet e pay tv. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Difesa consumatore nei contratti a distanza di fonia internet e pay tv Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 10 dicembre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 19 giugno 2016 Classificato nella categoria tutela consumatori - fonia adsl RAI e pay tv Inserito nella sezione tutela consumatori.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca