Una domanda sul caso di salvatore: salvatore andando a giugno all'ufficio postale e chiedeno di variare, giustamente, il libretto in quanto ormai cartaceo ha espresso anche la volontà a voler mantenere il rapporto con le poste, quindi ciò non può esere considerata movimentazione in quanto ha espresso una volontà?

  • c0cc0bill 1 febbraio 2009 at 18:37

    una domanda sul caso di Salvatore:
    Salvatore andando a Giugno all'ufficio postale e chiedeno di variare, giustamente, il libretto in quanto ormai cartaceo ha espresso anche la volontà a voler mantenere il rapporto con le poste, quindi ciò non può esere considerata movimentazione in quanto ha espresso una volontà? inoltre non si può rifare sul direttore? a chi rivolgersi?
    grazie

    Salvatore non aveva con sè il libretto e non ha compilato i moduli a giugno. Dunque non ha espresso la volontà a voler mantenere il rapporto, perchè l'operazione di variazione non è stata effettuata.

    Ha tentato di fare l'operazione di conversione a dicembre, ma ormai era troppo tardi!

    Rifarsi sul direttore? E come? Con una causa civile? Così passano anche i 10 anni per poter chiedere la restituzione al Fondo per le vittime dei crack finanziari, dove sono confluiti i suoi soldi.

    Eppoi tu te lo immagini il direttore che ammette che è colpa sua? Io, più realisticamente, vedo il direttore che dice: "E chi lo ha mai visto questo Salvatore ...."

1 2 3 29

Torna all'articolo

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info