Indice del post conti dormienti estinti – come chiederne la restituzione

I titolari (o anche i loro delegati, compresi gli eredi) di un rapporto non “risvegliato” nei termini, quindi classificato come “conto dormiente estinto”, e come tale devoluto al Fondo per il risarcimento delle vittime dei crack finanziari (Cirio, Parmalat, bond argentini) potranno, finalmente, rivendicare il diritto di credito sulle somme trasferite e rimpossessarsi così dei propri averi. A far data da lunedì 14 Giugno 2010 - CONSAP spa, società interamente partecipata dal Ministero dell'Economia e delle Finanze - in relazione all'affidamento alla stessa della gestione delle richieste di rimborso di somme affluite al Fondo "rapporti dormienti" (articolo 1 della [ ... leggi tutto » ]

In particolare, Consap fornirà assistenza e indicazioni a quanti abbiano già inviato le domande di rimborso al Ministero dell'Economia e delle Finanze nonchè a coloro che - consultando gli elenchi pubblicati sul sito www.tesoro.it o ricevendo direttamente informazioni dagli Intermediari - risultino tra i titolari o gli aventi diritto [ ... leggi tutto » ]

Il termine di legge per la prescrizione dei crediti è di 10 anni, e questo vale anche per i conti dormienti, ossia per tutti quei depositi dimenticati e sui quali non sono state compiute operazione da parte del titolare nell'ultimo decennio. Nel 2008, inoltre, è entrata in vigore la legge che ha previsto che le somme dimenticate sui conti a partire dal 1997 fossero versate al Tesoro e non più incamerate dalle banche, come avveniva in precedenza sempre allo scadere dei 10 anni di prescrizione. Questo significa che tutte le somme giacenti su depositi [ ... leggi tutto » ]

Ricordiamo che il DPR numero 116/07 ha specificato i criteri per individuare, nell’ambito del sistema finanziario, i conti definibili come dormienti. Rientrano in tale categoria i rapporti contrattuali (depositi di somme di denaro; depositi di strumenti finanziari) in relazione ai quali non sia stata effettuata alcuna operazione o movimentazione ad iniziativa del titolare del rapporto o di terzi da questo delegati per il periodo di tempo di 10 anni decorrenti dalla data [ ... leggi tutto » ]

Il Ministero aveva altresì precisato che la qualificazione come “dormiente” di un determinato conto non pregiudicava il diritto alla restituzione al titolare: quest’ultimo avrebbe potuto richiedere la restituzione delle relative somme o alla Banca o all'Intermediario presso cui risultava sussistere il rapporto. Oppure  direttamente al MEF, entro il normale termine prescrizionale, nel caso in cui i relativi importi fossero già stati trasferiti dalla Banca o dall'Intermediario al relativo Fondo. Il Ministero dell'Economia e delle Finanze non aveva però definito il provvedimento attuativo con le procedure attraverso le quali gli aventi diritto potevano rivendicare le somme devolute al fondo entro [ ... leggi tutto » ]

Legislatura 16 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-05674 Atto numero 4-05674 Pubblicato il 21 luglio 2011 Seduta numero 585 LANNUTTI - Ai Ministri dell'economia e delle finanze e della giustizia. Premesso che nei giorni scorsi, anche a causa di un servizio su un Tg Rai, sono usciti diversi articoli riguardanti i libretti di risparmio dormienti, con la possibilità, paventata da taluni legali, di reclamarne capitali ed interessi; il 9 luglio 2011, sul “Corriere del Veneto”, Marika Damaggio racconta la storia di un pensionato che ritrova un libretto con 49.000 lire e chiede alle Poste 8 milioni di euro tra [ ... leggi tutto » ]

13 giugno 2010 · Antonio Scognamiglio

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post conti dormienti estinti – come chiederne la restituzione. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Conti dormienti estinti – come chiederne la restituzione Autore Antonio Scognamiglio Articolo pubblicato il giorno 13 giugno 2010 Ultima modifica effettuata il giorno 19 agosto 2017 Classificato nella categoria conti correnti bancari e postali e libretti di deposito a risparmio Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca