Contenzioso con Ctp o Ctr » La difesa del contribuente

In questo articolo forniremo consigli utili qualora si abbiano in corso delle cause tributarie: vi forniremo, pertanto, l’elenco dei professionisti che possono stare in giudizio innanzi alle CTP (Commissione Tributaria Provinciale) e CTR (Commissione Tributaria Regionale) per la difesa del contribuente.

I soggetti abilitati all’assistenza dinanzi alle commissioni tributarie sono gli avvocati, i dottori commercialisti, i ragionieri, i periti commerciali e i consulenti del lavoro purché non dipendenti dall’amministrazione pubblica.

Ricordiamo che per la difesa è necessario che gli stessi siano iscritti nei relativi albi professionali.

I professionisti potranno assistere il contribuente per qualsiasi tipo di contenzioso fiscale.

L’elenco previsto dalla legge comprende poi altre figure professionali che però possono prestare la propria assistenza innanzi alle commissioni tributarie, e quindi anche per la precedente fase di reclamo, solo in determinati ambiti espressamente stabiliti, attinenti alle loro specifiche competenze.

Così, ad esempio, si tratta degli ingegneri, degli architetti, dei geometri, dei periti edili, dei dottori agronomi, degli agrotecnici e dei periti agrari.

Questi soggetti possono difendere il contribuente, però, solo per le materie concernenti l’estensione, il classamento dei terreni, la consistenza, il classamento delle singole unità immobiliari urbane e l’attribuzione della rendita catastale.

E’ possibile anche fare riferimento agli spedizionieri doganali per le materie concernenti i tributi amministrati dall’agenzia delle Dogane.

Qualora il contribuente destinatario dell’atto impositivo reclamabile rientrasse in una delle categorie citate, ha comunque la possibilità di difendersi da solo, anche se il valore della lite è superiore ai 2.528,82 euro.

Il massimale va calcolato al netto delle sanzioni e degli interessi richiesti con l’atto impositivo che si impugna e in caso di controversie relative esclusivamente ad irrogazioni di sanzioni il valore è costituito dalla somma di queste.

12 Giugno 2014 · Andrea Ricciardi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Assistenza tecnica nel contenzioso dopo la riforma del processo tributario - Quando il contribuente può difendersi in giudizio da solo
La novità di rilievo introdotta dalla riforma del processo tributario attuata dal governo grazie alla legge delega 23/2014, è quella che include, fra i soggetti che possono assistere in giudizio il contribuente, anche i dipendenti dei centri di assistenza fiscale (CAF) e delle relative società di servizi, che siano in possesso, congiuntamente, del diploma di laurea magistrale in giurisprudenza, o in economia ed equipollenti o del diploma di ragioneria e della relativa abilitazione professionale. Costoro potranno difendere i propri assistiti esclusivamente nel contenzioso tributario che scaturisce dall'attività di assistenza prestata dal centro di assistenza fiscale. Altra importante modifica è quella ...

Assistenza tecnica nel contenzioso tributario
Per le controversie di valore superiore a 3 mila euro è indispensabile l'assistenza di un difensore abilitato: per valore della lite si intende l'importo del tributo al netto degli interessi e delle eventuali sanzioni irrogate con l'atto impugnato. In caso di controversie relative esclusivamente alle irrogazioni di sanzioni, il valore è costituito dalla somma di queste. Il decreto legislativo 156/15 ha inserito tra i soggetti abilitati all'assistenza tecnica i dipendenti dei centri di assistenza fiscale (Caf) e delle relative società di servizi, limitatamente alle controversie dei propri assistiti originate da adempimenti per i quali il Caf ha prestato loro assistenza. ...

Gli strumenti deflativi nel contenzioso fiscale - I vantaggi per il contribuente
Per evitare il contenzioso tributario e sottrarsi a lunghi e costosi giudizi, esistono diversi istituti amministrativi: i cosiddetti strumenti deflativi del contenzioso. Si tratta, sostanzialmente, di accordi tra contribuenti e ufficio attraverso i quali si trova una soluzione economicamente vantaggiosa per entrambe le parti. Il contribuente può fruire, inoltre, della riduzione delle sanzioni amministrative. ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su contenzioso con ctp o ctr » la difesa del contribuente. Clicca qui.

Stai leggendo Contenzioso con Ctp o Ctr » La difesa del contribuente Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 12 Giugno 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 2 Agosto 2017 Classificato nella categoria consigli ed avvisi utili Inserito nella sezione fisco, tributi e contributi

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)