Un consiglio fiscale per quanto riguarda l’avvio di una nuova società S.A.S.

Un consiglio fiscale per quanto riguarda l’avvio di una nuova società S.A.S. A livello fiscale, è meglio avviarla con il 1°gennaio 2009, o c’è la possibilità di avviarla anche prima (1°ottobre o 1° novembre), senza incappare in complicati e costosi conteggi di bilancio a fine anno? Quali criteri per decidere? Grazie

Ciao Alessandro, se l’avvii durante l’anno,l’unica cosa “complicata” sono gli ammortamenti ma, niente di insormontabile o di costoso.

10 Settembre 2008 · Andrea Ricciardi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Argomenti correlati: 

Approfondimenti

Avvio attività – ditta individuale o società di persone?
Una delle prime scelte che deve fare chi avvia una attività in proprio è quella della forma giuridica che dovrà assumere la gestione. Si tratta di stabilire, in pratica, se lavorare individualmente o associarsi con altre persone, costituendo una società. Se si sceglie quest’ultima soluzione, occorre inoltre decidere il tipo di società da costituire: società di capitale o società di persone (Snc, Sas, società semplice). E' importante avere le idee chiare sulla forma giuridica che si intende assumere, poiché le scelte effettuate all'inizio possono rivelarsi, in un secondo momento, inadeguate se non addirittura antieconomiche. Infatti, l'errore nella scelta della forma ...

Dichiarazioni fiscali omesse e consiglio su cosa sia meglio fare ora
Quattro anni fa ho aperto una ditta individuale (ristrutturazioni), poi per una conseguenza di motivi e problemi personali, lavorativi e di colpe altrui, mi sono ritrovato a non presentare la dichiarazione dei redditi a fine anno. Quindi per 3 anni non ho fatto dichiarazione e adesso sono fermo. Anche se spero non debba qui giustificarmi ulteriormente o raccontarvi nei minimi particolari i motivi personali per i quali mi sono ritrovato in questa situazione vi dico che non ho beni al sole, macchine case o conti nascosti quindi la mancanza delle dichiarazioni non mi ha portato nessun benefit ma solo una ...

Valenza del domicilio fiscale per la notifica degli atti da parte dell'Agenzia delle Entrate e casi di difformità con la residenza anagrafica del contribuente - Comunicazioni di elezione e di variazione del domicilio fiscale
A norma dell'articolo 58 del decreto presidente repubblica 600/1973 le persone fisiche residenti nel territorio dello Stato italiano hanno il domicilio fiscale nel Comune nella cui anagrafe sono iscritte. In tutti gli atti, contratti, denunzie e dichiarazioni che vengono presentati agli uffici finanziari deve essere indicato il Comune di domicilio fiscale delle parti, con la precisazione dell'indirizzo. L'articolo 60, sempre nel dpr 600/1973, prevede che è facoltà del contribuente eleggere domicilio presso una persona o un ufficio nel Comune del proprio domicilio fiscale per la notifica degli atti o degli avvisi che lo riguardano e che, in tal caso, l'elezione ...

Assistenza gratuita - Cosa sto leggendo

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su un consiglio fiscale per quanto riguarda l’avvio di una nuova società s.a.s.. Clicca qui.

Stai leggendo Un consiglio fiscale per quanto riguarda l’avvio di una nuova società S.A.S. Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 10 Settembre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 21 Settembre 2017 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi tasse tributi contributi - domande e risposte

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai accedere velocemente come utente anonimo.

» accesso rapido anonimo (test antispam)

  • francesca 16 Novembre 2008 at 15:01

    Buongiorno,

    volevo avere informazioni sul mancato pagamento delle cartelle esattoriali INPS da parte di una persona appartenente al nucleo familiare.
    Dopo aver richiesto la rateizzazione, se ci fosse un mancato pagamento INPS o Equitalia puo’ eventualmente rivalersi sui figlio o eventualmente sul coniuge?

    Ringraziando anticipatamente per un vostro cortese cenno di riscontro,

    porgo cordiali saluti

    Francesca