Condominio » Illegittimo il parcheggio nel cortile in comproprietà

Condominio » Illegittimo il parcheggio nel cortile in comproprietà

Condominio: è illegittimo il parcheggio nel cortile in comproprietà.

Infatti, è illegittimo il parcheggio nel cortile di comproprietà se impedisce il passaggio nei vani di uno dei condomini: l'uso della cosa comune da parte di ciascun partecipante non può essere ostacolato o reso incomodo dalla presenza di veicoli in sosta.

Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 27940/13.

Osservazioni sulla pronuncia in merito a condominio e parcheggio illegittimo

E' escluso il diritto di parcheggiare nel cortile del condominio, se la presenza di veicoli in sosta, oltre a rendere scomodo il raggiungimento a piedi delle singole unità immobiliari, impedisce a un condomino di utilizzare il cortile per l'introduzione di automezzi nei vani di sua proprietà posti a pianterreno.

Questo è ciò che si evince dalla sentenza sopra citata.

Il caso

Respinto il ricorso di una coppia, proprietaria di un immobile nello stabile contro la decisione della Corte d'appello di Catania che ha ritenuto illegittimo il parcheggio dello loro autovetture nel cortile.

La seconda sezione civile, in linea con la Corte siciliana, ha ritenuto congrua la decisione di merito osservando che secondo l'articolo 1102 del codice civile l'uso della cosa comune da parte di ciascun partecipante non può alterarne la destinazione, da intendersi in concreto in considerazione delle caratteristiche obiettive e funzionali, e non impedire il concorrente uso degli altri comunisti, secondo il loro diritto.

Insomma, il cortile dell'antico stabile non si prestava al parcheggio di autovetture, ma soltanto a dare luce e aria agli immobili circostanti, al passaggio delle persone e al transito dei veicoli diretti nelle rimesse, aventi accesso dal medesimo, facoltà il cui esercizio sarebbe stato ostacolato o reso incomodo dalla presenza di veicoli in sosta.

16 gennaio 2014 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

I parcheggi, non di proprietà esclusiva, in un garage condominiale o su una parte comune
I parcheggi in un condominio costituiscono spesso motivo di litigio. A norma dell'articolo 1102 del codice civile, tutti i proprietari possono usufruire dei parcheggi esistenti, sempre che l'assemblea condominiale, con deliberazione unanime, non deliberi una diversa disposizione. Se i parcheggi sono insufficienti, può essere introdotta una occupazione a turno. Se ...
Anche al condominio spetta la qualifica di consumatore
Pur avendo affermato a più riprese che la qualifica di consumatore spetta alle sole persone fisiche, la Corte di cassazione (sentenze 10086/01 e 452/04) ha tuttavia ritenuto estensibili al condominio le norme poste a tutela dei consumatori, sul rilievo che si tratterebbe di un ente di gestione privo di personalità ...
La regolamentazione dei posti auto nel cortile condominiale può essere richiesta al giudice
L'assegnazione dei posti-auto nel cortile comune costituisce manifestazione del potere di regolamentazione dell'uso della cosa comune, consentito all'assemblea del condominio; né tale regolamentazione con relativa assegnazione di singoli posti-auto ai vari condomini determina la divisione del bene comune o la nascita di una nuova figura di diritto reale, limitandosi solo ...
Risarcimento per furto auto » Obbligato il gestore del parcheggio incustodito ma non segnalato
Il gestore è tenuto al risarcimento del furto dell'auto del proprio cliente se non scrive all'ingresso che il parcheggio non è custodito. Infatti, deve ribadirsi che l'istituzione da parte dei Comuni, previa deliberazione della Giunta, di aree di sosta a pagamento non comporta l'assunzione dell'obbligo del gestore di custodire i ...
Comproprietà della scala condominiale
Negli edifici in condominio, le scale, con i relativi pianerottoli, costituiscono strutture funzionalmente essenziali del fabbricato e rientrano, pertanto, fra le parti di questo che, in assenza di titolo contrario, devono presumersi comuni nella loro interezza, ed anche se poste concretamente a servizio soltanto di talune delle porzioni dello stabile, ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su condominio » illegittimo il parcheggio nel cortile in comproprietà. Clicca qui.

Stai leggendo Condominio » Illegittimo il parcheggio nel cortile in comproprietà Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 16 gennaio 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria il condominio Inserito nella sezione giurisprudenza.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca