Condominio » Se tutti gli aventi diritto non sono stati convocati alla riunione la delibera è ileggitima

E' da considerarsi nulla la delibera condominiale se non risulta la convocazione di tutti gli aventi diritto.

Qualora non risulti che che tutti gli aventi diritto sono stati inviati alla riunione, la delibera condominiale è da ritenersi illegittima.

Inoltre, la dimostrazione della corretta spedizione della convocazione a tutti gli aventi diritto spetta all'amministratore condominiale e non al singolo proprietario che, non potrebbe mai fornire una tale prova negativa.

Questo, in sintesi, l'orientamento espresso dalla Corte di Cassazione con sentenza 22685/14.

Da quanto si evince dalla suddetta pronuncia, è illegittima la delibera del condominio se non risulta che tutti gli aventi diritto sono stati inviati alla riunione.

Tuttavia, a parere degli Ermellini, l'omessa verifica della convocazione di tutti, da parte dell'assemblea in sede di riunione, non è ragione sufficiente per far dichiarare invalida la delibera.

In tale fattispecie, infatti, non si può assimilare l'omesso controllo al vizio di mancata convocazione di tutti gli aventi diritto.

Pertanto, nel caso in cui il singolo condomino contesti al condominio la mancata regolarità degli avvisi di convocazione, grava sul condominio l'onere di provare che tutti i condomini sono stati tempestivamente convocati.

Dunque, se non basta la mancata verifica preliminare della convocazione di tutti i condomini per invalidare la delibera, è anche vero che l'assemblea non può deliberare se non consta che tutti i condomini sono stati invitati alla riunione.

Da ciò ne deriva, concludono i giudici di piazza Cavour, che, se il singolo condomino contesti la validità della delibera dell'assemblea, spetta invece al condominio dimostrare che tutti i condomini siano stati tempestivamente avvisati della convocazione.

Al contrario, si finirebbe per porre a carico di un soggetto una prova negativa che sarebbe impossibile da raggiungere.

27 ottobre 2014 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Astensione dal voto per conflitto di interessi nell'assemblea condominiale - Le delibere vanno comunque approvate con riferimento alla maggioranza millesimale di tutti i condomini
Ci si chiede se, nel condominio negli edifici, nel caso di conflitto di interessi tra il condominio e taluni partecipanti, le maggioranze costituenti il quorum deliberativo debbano essere calcolate con riferimento a tutti i condomini ed al valore dell'intero edificio; ovvero soltanto ai condomini ed ai millesimi facenti capo ai ...
Condominio » Recupero crediti dai morosi
Condominio e morosi: a causa della crisi economica sta aumentando il numero di persone che non riesce a pagare le rate. Con la riforma del condominio, la famosa legge 220/2012, è stato introdotto il principio di solidarietà sussidiaria del debito del condominio, ma è stato anche previsto un meccanismo per ...
Condominio » Avviso utenti morosi affisso al portone condominiale? E' diffamazione
Importantissima sentenza della Suprema Corte in materia di condominio: apporre l'avviso degli utenti morosi nel portone condominiale implica il reato di diffamazione. La comunicazione contenente i nominativi dei condomini morosi, affissa al portone condominiale, nonostante la morosità degli stessi fosse effettiva, costituisce una condotta diffamante, non essendoci nessun interesse da ...
Estratto del conto corrente condominiale - Ciascun condomino può richiederlo direttamente alla banca
Prima della recente riforma della disciplina del condominio, era riconosciuto ai singoli condomini il diritto di ottenere copia della documentazione bancaria relativa al conto corrente condominiale, trattandosi di un ente sprovvisto di personalità giuridica ed operando l'amministratore condominiale quale rappresentante dei singoli partecipanti al condominio stesso. A seguito della riforma ...
Debiti e condominio - L'amministratore deve fornire al creditore l'elenco dei debitori morosi
Come sappiamo, quando il condominio contrae un debito, per il suo rimborso viene effettuata la ripartizione in base ai millesimi. In questa ipotesi, l'amministratore, senza bisogno di autorizzazione dell'assemblea, può ottenere un decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo nei confronti dei condomini morosi, ed è tenuto a comunicare ai creditori, non ancora ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su condominio » se tutti gli aventi diritto non sono stati convocati alla riunione la delibera è ileggitima. Clicca qui.

Stai leggendo Condominio » Se tutti gli aventi diritto non sono stati convocati alla riunione la delibera è ileggitima Autore Andrea Ricciardi Articolo pubblicato il giorno 27 ottobre 2014 Ultima modifica effettuata il giorno 18 maggio 2017 Classificato nella categoria il condominio Inserito nella sezione giurisprudenza.

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Potrai utilizzare le tue credenziali Facebook oppure accedere velocemente come utente anonimo.
» accesso con Facebook
» accesso rapido anonimo (test antispam)

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca