Con diverso atto (notificato anch’esso nell'agosto 2008) è sata irrogata la sanzione prevista dall'art. 3 comma 3 del D.L. 12 / 2002 convertito dalla legge 73 / 2002

Con diverso atto (notificato anch’esso nell'agosto 2008) è sata irrogata la sanzione prevista dall'articolo 3 comma 3 del decreto legge 12 / 2002 convertito dalla legge 73 / 2002 per aver impiegato lavoratori dipendenti non risultanti da scritture o da altra documentazione obbligatoria. ciò tenuto conto dei rilievi presenti nel Processo Verbale di constatazione redatto il 18.04.03 da Inps.
articolo 3 comma 3 decreto legge 12 / 2002 (sanz.amministr. dal 200 al 400 % dell'importo x ciascun lavoratore irregolare…):
sanzione prevista € 736,00 articolo 36bis decreto legge 223/2006 convertito con modificazioni dalla legge 248/2006
(sanz.ammin. da € 1500 a € 12000 x ciascun lavoratore iregolare con maggiorazione di € 150 x ogni giornata…):
sanzione prevista € 1650 sanzione applicata € 736.
— perchè non mi viene proposto la decurtazione di un quarto per ottemperare al pagamento ma invece viene riportata la cifra intera?
- non si è prescritta anch’essa, comunque?
Grazie

Non esiste l'accertamento con adesione (riduzione di 1/4 delle sanzioni) x l'inps (vd.articolo 1 dlgs 218/97).Invece credo sia prescritta xchè la l.335/95 ha stabilito la prescrizione in 5 anni dei contributi ed accessori a meno che l'inps non abbia “interrotto” la prescrizione con qlc atto (es.messa in mora).

Commento di consulente fiscale | Giovedì, 9 Ottobre 2008

8 ottobre 2008 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Contenuti correlati

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mancato versamento dell'IVA » Il reato è retroattivo
Retroattivo il reato di mancato versamento dell'Iva entro il 27 dicembre dell'anno successivo. Questo principio è stato stabilito dalla Corte di Cassazione la quale, con la pronuncia 37424/2013, ha sancito che: Fra l'articolo 10-ter decreto legislativo 10 marzo 2000, numero 74, inserito dall'articolo 35, comma 7, di. 4 luglio 2006, ...
TFR e inadempienze INPS » Difficoltà di recupero dal fondo di garanzia
In questo articolo ci occupiamo delle questioni relative alla difficoltà di accesso al fondo di garanzia e al tortuoso e costoso iter che il lavoratore deve seguire per recuperare dall'Inps il proprio Tfr. Nell'intervento di oggi, vogliamo esaminare le norme vigenti, in senso sfavorevole al lavoratore, anche da parte dell'Inps, ...
Quanto costa la sanzione per omessa o infedele dichiarazione dei redditi
Per omessi, insufficienti o ritardati versamenti diretti (saldo, acconto, periodici) la sanzione amministrativa è pari al 30% dell'imposta dovuta e non pagata. La sanzione è ridotta a 1/15 per ciascun giorno di ritardo, se il versamento è effettuato entro 15 giorni. In caso di omessa dichiarazione dei redditi la sanzione ...
Fallimento del datore di lavoro » Se giudice dispone il pagamento del Tfr ai dipendenti dall'Inps quest'ultimo non può contestarlo
In caso di fallimento del datore di lavoro, qualora il giudice delegato del fallimento abbia disposto il pagamento, ai dipendenti, del Tfr da parte dell'Inps, quest'ultimo non può contestare tale decisione. L'esecutività dello stato passivo che abbia accertato in sede fallimentare l'esistenza e l'ammontare di un credito per TFR in ...
Recupero del TFR quando il datore di lavoro è fallibile ma non può essere dichiarato il fallimento
La legge prevede il pagamento del TFR da parte dell'INPS qualora il datore di lavoro, non soggetto a fallimento, non adempia, in caso di risoluzione del rapporto di lavoro, a detto pagamento, ma requisito indispensabile è che il lavoratore abbia infruttuosamente esperito l'esecuzione forzata per la realizzazione del credito. Ricordiamo, ...

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su con diverso atto (notificato anch’esso nell'agosto 2008) è sata irrogata la sanzione prevista dall'art. 3 comma 3 del d.l. 12 / 2002 convertito dalla legge 73 / 2002. Clicca qui.

Stai leggendo Con diverso atto (notificato anch’esso nell'agosto 2008) è sata irrogata la sanzione prevista dall'art. 3 comma 3 del D.L. 12 / 2002 convertito dalla legge 73 / 2002 Autore Paolo Rastelli Articolo pubblicato il giorno 8 ottobre 2008 Ultima modifica effettuata il giorno 7 dicembre 2016 Classificato nella categoria dichiarazione dei redditi tasse tributi contributi - domande e risposte .

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere cliccando questo link. Potrai utilizzare le tue credenziali social oppure accedere velocemente come utente anonimo.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca