Indice del post dalla commissione di massimo scoperto a quella di affidamento

La commissione di massimo scoperto (CMS) venne introdotta nei contratti bancari a partire dal gennaio 1952 come il corrispettivo dell'obbligazione assunta dalla banca di tenere a disposizione del cliente una determinata somma di denaro per un periodo di tempo (determinato o indeterminato), indipendentemente dal suo effettivo utilizzo, finalizzata a compensare i costi industriali e finanziari derivanti da tale disponibilità. Nella pratica si tradusse in una commissione rilevata trimestralmente sull'ammontare massimo dell'utilizzo nel periodo superiore ad una soglia prefissata, per cui la commissione veniva calcolata sul picco più elevato della somma prelevata dal cliente in certo arco temporale, con la [ ... leggi tutto » ]

Successivamente, la legge 102/2009 introdusse un limite percentuale alla Commissione di Massimo Scoperto, imponendo che l'ammontare del corrispettivo non potesse comunque superare il mezzo punto percentuale, per trimestre, dell'importo dell'affidamento, a pena di nullità del patto di remunerazione. Tirando le somme, con l'intervento del legislatore del 2009 veniva dunque affermata sostanzialmente la legittimità della commissione di massimo scoperto nonché la nullità delle (sole) clausole contrattuali che prevedessero una Commissione di Massimo Scoperto in misura superiore al mezzo punto percentuale, per ciascun trimestre, dell'importo dell'affidamento. In conclusione, secondo la disciplina oggi vigente, di cui all'articolo 117 bis del Testo Unico [ ... leggi tutto » ]

Per quanto riguarda invece gli sconfinamenti, è stabilito che gli unici oneri prevedibili a carico del cliente sono una commissione di istruttoria veloce (CIV) e il tasso d'interesse debitore. La CIV è applicabile sia a fronte di addebiti che determinano uno sconfinamento, sia a fronte di addebiti che accrescono l'ammontare di uno sconfinamento esistente (se determinano la necessità di una nuova istruttoria), sempre che vi sia uno sconfinamento sul saldo disponibile di fine giornata. È altresì stabilito che la commissione di istruttoria veloce sia determinata nel contratto in misura fissa, espressa in valore assoluto (non in percentuale), commisurata ai [ ... leggi tutto » ]

14 ottobre 2017 · Simonetta Folliero

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post dalla commissione di massimo scoperto a quella di affidamento. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Dalla Commissione di Massimo Scoperto a quella di Affidamento Autore Simonetta Folliero Articolo pubblicato il giorno 14 ottobre 2017 Ultima modifica effettuata il giorno 14 ottobre 2017 Classificato nella categoria conti correnti bancari e postali e libretti di deposito a risparmio Inserito nella sezione assegni cambiali e conti correnti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca