Indice del post garante per la privacy vara il codice deontologico - di che si tratta?

L'Autorità per la protezione dei dati personali (privacy) ha deciso di adottare, dopo una consultazione pubblica, il nuovo Codice deontologico della privacy per i trattamenti di dati di informazione commerciale, al fine di semplificare gli adempimenti e definire regole comuni a tutti gli operatori economici e misure di sicurezza a protezione dei dati e della dignità delle persone. A partire dal 1 ottobre 2016, entrerà in vigore il Codice deontologico per la privacy. In sostanza di cosa si tratta? [ ... leggi tutto » ]

Breve panoramica per capire, in grandi linee, a cosa fa riferimento il codice deontologico per la privacy redatto dall'Autorità per la protezione dei dati personali. Il Garante per la protezione dei dati personali interviene, attraverso l’adozione di un Codice deontologico, in un settore strategico della nostra economia: le società che raccolgono, elaborano, esaminano, confrontano, comunicano e conservano le informazioni commerciali cioè, i dati relativi ad aspetti patrimoniali, economici, finanziari, creditizi, industriali e produttivi di un soggetto e offrono servizi informativi e/o valutativi. Il Codice deontologico è stato redatto con la collaborazione delle principali associazioni di categoria, associazioni di consumatori [ ... leggi tutto » ]

Ecco in sintesi le regole più rilevanti fissate dal Codice di deontologia alle quali dovranno attenersi tutti gli operatori del settore. Ricerche limitate a persone con legami giuridici o economici Per realizzare un dossier di informazione commerciale su un manager o un imprenditore, si possono utilizzare solo i suoi dati personali, oppure quelli di persone fisiche o giuridiche che con lui hanno o hanno avuto legami economici o giuridici. Informazioni pubbliche o liberamente comunicate Sono utilizzabili i dati provenienti da "fonti pubbliche", come i pubblici registri, gli elenchi, i documenti conoscibili da chiunque (bilanci, informazioni contenute nel registro delle [ ... leggi tutto » ]

16 ottobre 2015 · Gennaro Andele

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Tutela della privacy lesa » Come difendersi grazie agli strumenti del garante della privacy
Se la la propria privacy non viene rispettata da terzi, ecco come effettuare il reclamo all'Autorità per la tutela dei dati personali. Quando si vedono lesi i propri diritti sulla privacy, è bene rivolgersi al soggetto che tratta i nostri dati, ovvero il titolare del trattamento, esponendo le proprie ragioni ...
Furto identità » Dal garante privacy via libera al sistema di prevenzione
Furto identità: via libera al sistema di prevenzione. Parere favorevole su due convenzioni che ne regoleranno il funzionamento. Il garante privacy ha espresso parere favorevole su due schemi di convenzione che consentiranno il funzionamento del sistema di prevenzione delle frodi nel settore del credito al consumo, con particolare riferimento al ...
Recupero crediti » Stop dell'Autorità per la tutela della privacy ai solleciti di pagamento preregistrati
Recupero crediti selvaggio: Altolà parziale dall'Autorità per la tutela della privacy ai solleciti di pagamento preregistrati. Una banca non può effettuare il recupero crediti mediante telefonate preregistrate. Ciò, a meno che non sia in grado di garantire che le sue comunicazioni giungano solo al destinatario o a persone da questi ...
Condominio e bacheca dei morosi » Il vademecum del garante privacy
Si sa, le spese per il condominio, ormai, sono diventate sempre più pesanti. I condomini morosi aumentano sempre di più. Vuoi per la difficoltà di arrivare a fine mese anche con due stipendi, vuoi per l'incalzare dell'attuale crisi. Sempre più spesso, chi possiede un appartamento, non è in grado di ...
Quote condominiali - L'amministratore non può inviare il sollecito di pagamento al datore di lavoro del condomino moroso
L'Autorità per la protezione dei dati personali ha dichiarato illecito il trattamento effettuato da un amministratore che aveva inviato un sollecito di pagamento al datore di lavoro di un condomino in ritardo con il saldo di alcune rate, anziché a lui personalmente. Il sollecito di pagamento delle rate condominiali arretrate, ...

Spunti di discussione dal forum

Info aggiornamento dati Crif
Volevo chiedere un'informazione: le banche di solito comunicano a crif i nuovi dati riguardo i finanziamenti all'inizio di ogni mese; dopo questa comunicazione quando tempo impiega crif dalla richiesta ad aggiornare i dati nel sistema? Esempio: se la banca o finanziaria comunica il 1 giugno i nuovi finanziamenti erogati rifiutati…
Può il debitore accedere ai dati che lo riguardano nell’anagrafe tributaria?
Vorrei sapere se io - debitore - posso accedere ai sensi della legge sulla privacy per visualizzare i dati su me stesso presso tutte le banche dati dell'Agenzia delle Entrate ed in particolare quella dei conti correnti. Insomma, vorrei vedere le informazioni che i miei creditori potrebbero vedere con la…
Iscrizione banche dati cattivi pagatori senza preavviso
Sono garante di un prestito e per problemi personali il titolare del prestito ha pagato una rata in ritardo di 5 giorni, la finanziaria ha segnalato sia lui che me nella banca dati ma senza avvisare con nessuna comunicazione. Ora io me ne sono accorta perché sono andato a richiedere…
Errore trascrizione dati anagrafici su check in online per viaggio aereo – Come faccio a rimediare?
Ho appena effettuato il check in online per una famosa compagnia aerea low cost: purtroppo mi sono subito reso conto di aver trascritto erroneamente i dati anagrafici e, nonostante i vari tentativi, non risulta proprio possibile correggere l'errore. Posso partire con la carta d'imbarco errata o corro il rischio che…
Multa per omessa indicazione dei dati del conducente
Ho ricevuto una multa per mancata comunicazione dei dati del conducente. Non ho mai ricevuto, però, né l'atto presupposto né un avviso di giacenza. Cosa fareste? Impugnereste le multa notificata (quella, appunto, per la mancata comunicazione dei dati del conducente) o andreste al comando di polizia municipale a prendere visione…

Assistenza gratuita e link a ritroso

Richiedi assistenza gratuita o ulteriori informazioni su indice del post garante per la privacy vara il codice deontologico - di che si tratta?. Clicca qui.

Stai leggendo Indice del post Garante per la privacy vara il codice deontologico - Di che si tratta? Autore Gennaro Andele Articolo pubblicato il giorno 16 ottobre 2015 Ultima modifica effettuata il giorno 16 ottobre 2015 Classificato nella categoria tutela consumatori - pratiche commerciali scorrette, clausole vessatorie e pubblicità ingannevole, servizi non richiesti Inserito nella sezione tutela consumatori.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca