Controversie tra utenti e operatori di telecomunicazioni - La quantificazione del danno a fronte di un disserviio

Attenzione » il contenuto dell'articolo è poco significativo oppure è stato oggetto di revisioni normative e/o aggiornamenti giurisprudenziali successivi alla pubblicazione e, pertanto, le informazioni in esso contenute potrebbero risultare non corrette o non attuali. Potrai trovare i post aggiornati sull'argomento nella sezione di approfondimento, oppure qui o consultando questa sezione.

La quantificazione del danno ricevuto a fronte di un disservizio è un'operazione molto complessa.

In primo luogo, anche in conciliazione, potrebbe essere utile dare prova del danno.

E' importante sottolineare, che il danno è una voce diversa ed eventualmente aggiuntiva rispetto all'indennizzo, che è invece, predeterminato dal contratto.

Quest’ultimo, infatti, è frutto di una mera operazione aritmetica, che può essere fatta anche dall'utente (si moltiplica il numero di giorni del disservizio per l'importo stabilito dalle Condizioni Generali di Abbonamento).

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti


Cerca