Clonazione del Bancomat - No al disconoscimento degli addebiti se si ammette di aver custodito la carta insieme al codice pin

Se il titolare del Bancomat disconosce gli addebiti imputandoli a clonazione della carta ma, contestualmente, nell'ingenuo tentativo di allontanare da se stesso qualsiasi responsabilità, ammette di aver tenuto sempre sotto chiave, insieme, carta e codice PIN, le cose per lui si mettono davvero male.

E così finisce com'è finita nella decisione 991/14 del Collegio di coordinamento dell'Arbitro Bancario Finanziario ... alla luce di tali considerazioni, si può fondatamente argomentare la sussistenza di un comportamento negligente destinato ad assumere un rilievo assorbente e determinante nella concreta concatenazione degli eventi, ogniqualvolta l'utente abbia omesso di custodire il codice PIN separatamente dalla carta, in violazione dei patti, esplicitati nel contratto quadro, che ne regolano l'emissione e l'uso. Tale circostanza, nel caso di specie, è pacificamente ammessa dal ricorrente, il quale ha dichiarato di aver sempre custodito la carta di pagamento "nel comodino della camera da letto unitamente al codice PIN senza mai utilizzarla", presumendo, quindi, che la stessa sia stata illecitamente clonata da terzi. Dinanzi ad un così palese inadempimento degli obblighi di custodia e segretezza dei codici dispositivi posti a suo carico, il ricorrente non potrà non incorrere in una responsabilità illimitata, sicché le perdite subite nella propria sfera patrimoniale non possono ricevere alcun ristoro.

16 settembre 2014 · Simonetta Folliero

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Commenti e domande

Per porre una domanda sul tema trattato nell'articolo (o commentarlo) e visualizzare il form per l'inserimento, devi prima accedere. Per un accesso rapido e anonimo puoi cliccare questo link. Ma puoi anche commentare o porre una domanda con le tue credenziali Facebook, Twitter, o Google+.

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali
contatti



Cerca