Ciao, Ciccio ...

"Ego coniugo vos in matrimonium, in nomine Patris et filii et Spiritus Sancti"

Era così che mi sposavi a tua sorella.  O meglio, era così che la sposavo in ogni settembre, quando settembre aveva  ancora  il sapore di vacanze e vendemmia.

Un asciugamani al posto della pianeta ed una sciarpa come stola.  Non nascondevano la prima offesa che ti era stata inflitta: ma allora, per gioire, bastavano due biscotti Maria farciti di Nutella ed una coppa di gazzosa, che fingevamo fosse champagne.

Ciao Ciccio. Torneremo ancora a tirar calci ad una palla, tu Sivori ed io Tacchi, in quel balcone che a noi, così piccoli, sembrava San Siro.

26 agosto 2009 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Link a ritroso

Stai leggendo Ciao, Ciccio ... Autore Simone di Saintjust Articolo pubblicato il giorno 26 agosto 2009 Ultima modifica effettuata il giorno 22 gennaio 2017 Classificato nella categoria attualità e riflessioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani.




Cerca